BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Canone Rai 2016 autocertificazione cointestatari, seconda casa, affitto e pur avendo televisore esenzione per non pagare

Chi paga e chi no il Canone Rai, chi deve presentare autocertificazione e chi no e come fare: slittato il termine di presentazione al 16 maggio




AGGIORNAMENTO: Una altra possibilità per non pagare il canone rai dopo aver lette le varie indicazioni e regole ufficiali c'è facendo una piccola modifica alla tv di casa. Lo abbiamo visto qui

Chi non possiede una tv; gli anziani che hanno più di 75 anni e un reddito annuo non superiore ai 6.713,98 euro sommato a quello del proprio coniuge; eredi che sono già intestatari di una fornitura elettrica per cui pagano un Caone Rai; proprietari di seconde case, giacchè il Canone Rai si versa una volta sola; residenti all’estero che hanno una casa in Italia ma in cui non è presente una tv; proprietari si seconde case in affitto: sono alcune delle categorie esentate dal pagamento del Canone Rai 2016 e per cui deve essere inviata autocertificazione per non pagare il Canone. Nell’ultimo caso citato di seconde case in affitto, come spiegato, pagano il Canone gli inquilini ma se gli stessi affittuari sono già titolari di un’altra utenza elettrica per cui pagano il Canone non sono tenuti al pagamento.

L'autocertificazione deve essere presentata entro il prossimo 16 maggio 2016 per permettere il non pagamento del Canone valido per tutto l’anno e se viene presentata dal 17 maggio al 30 giugno vale per l’importo dovuto per il semestre luglio-dicembre 2016. Il modello per la richiesta di esenzione, una volta compilato in ogni sua parte, dovrà essere reinviato al Fisco o direttamente online o anche con raccomandata all’ufficio di Torino 1, S.A.T. - Sportello abbonamenti tv - casella postale 22 - 10121 Torino. Il costo del Canone Rai quest’anno è di 100 che scenderanno ancora a 95 nel 2017 e avverrà con diretto addebito della somma dovuta, a rate, in bolletta elettrica. Il primo addebito arriverà con la bolletta di luglio.

Sono esenti dal pagamento del Canone Rai 2016 ma non hanno necessità di inviare l’autocertificazione conviventi, badanti, colf, vecchi abbonati Rai non titolari di bollette della luce, famiglie composte da coniugi che vivono in un’unica abitazione, con utenza elettrica (di tipo residenziale) intestata al marito e l’abbonamento tv intestato alla moglie, perché il Canone si paga una sola volta e la voltura sarà automatica nei confronti del titolare della fornitura elettrica.

Nel caso di un contribuente residente all’estero che ha una casa in Italia, un’utenza elettrica di tipo non residenziale e una televisione nella casa, bisogna pagare il Canone Rai perché la residenza fuori dai confini non dà diritto all’esenzione dal Canone; per quanto riguarda, invece, un contribuente ricoverato in una casa di riposo, se possiede una tv nella propria abitazione deve pagare il Canone anche se è ricoverato in una casa di riposo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il