BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Canone Rai 2016 regole, esenzioni, autocertificazione. Aiuto e assistenza per problemi e dubbi tutte le modalità assistenza

Ci sono ancora poco più di 10 giorni di tempo per presentare l'autocertificazione per l'esenzione dal canone Rai 2016 in bolletta.




Si avvicina la scadenza del 15 maggio 2016 come ultimo giorno utile per la presentazione del modello di autocertificazione per l'esenzione dal canone Rai. Come fare? In prima battuta la dichiarazione sostitutiva può essere presentata direttamente dal contribuente o dall'erede mediante una specifica applicazione disponibile sul sito dell'Agenzia delle entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dalla stessa Agenzia. Quindi avvalendosi di un intermediario abilitato, come commercialisti e Caf. La dichiarazione si considera presentata nella data che risulta dalla ricevuta rilasciata in via telematica dalle Entrate.

Nei casi in cui non sia possibile la trasmissione telematica, la dichiarazione sostitutiva può anche essere spedita via posta in plico raccomandato senza busta all'indirizzo Agenzia delle entrate - Ufficio Torino 1 - Sportello abbonamenti TV - Casella postale 22 - 10121 Torino. In questo caso, la dichiarazione si considera presentata nella data di spedizione risultante dal timbro postale. Solo in questo caso il modello deve essere presentato unitamente alla copia di un valido documento di riconoscimento.

Da chi è utilizzabile? Solo dagli intestatari della bolletta della luce per uso domestico residenziale. La dichiarazione può essere presentata anche per segnalare che il canone Rai è dovuto in relazione all'utenza elettrica intestata ad altro componente della stessa famiglia anagrafica. Come tale si intende quella formata da un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti e aventi dimora abituale nello stesso comune. La dichiarazione sostitutiva, infine, può essere resa dall’erede in relazione all'utenza elettrica transitoriamente intestata a un soggetto deceduto.

Nel caso di attivazione di nuova utenza di fornitura di energia elettrica residenziale da parte di soggetti che non siano già titolari di altra utenza residenziale nell'anno di attivazione, la dichiarazione sostitutiva di non detenzione va presentata entro la fine del mese successivo alla data di attivazione della fornitura per avere effetto a decorrere dalla data di attivazione della fornitura stessa e fino al 31 dicembre dello stesso anno. In tutti i casi, l'autocertificazione è scaricabile sui siti web dell'Agenzia delle entrate, del Ministero dell'Economia e della Rai. Anche eventuali aggiornamenti al modello di dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato, sono pubblicati negli stessi portali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il