Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 da question time, MatteoRenzi risponde, Comitato Ristretto

Gli appuntamenti di oggi del premier e quali indicazioni potrebbero arrivare per eventuali novitÓ per le pensioni: nuovo incontro in programma anche per Comitato ristretto



Si prospetta una giornata davvero interessante per gli appuntamenti in programma per il premier Renzi e le cui dichiarazioni potrebbero avere conseguenze sulle novità per le pensioni, indicando, magari, anche tra le righe possibili cambiamenti all'orizzonte. O deludendo, ancora una volta, quanto attendono finalmente che qualcosa cambi. Oggi, Renzi sarà, infatti, alla Camera per il question time, dove dovrebbe direttamente rispondere a domande su questioni principali al vaglio dell’esecutivo, tra cui potrebbero chiaramente rientrare le novità per le pensioni. Se non ci fosse lui in persona, cosa che però dovrebbe essere poco probabile, dovrebbe esserci un suo sostituto che comunque riporterebbe le posizioni del premier.

Alle 18 è in programma poi un nuovo appuntamento social con il #matteorisponde, ulteriore possibilità in cui potrebbero esserci, o meno, riferimenti a novità per le pensioni anche se, alla luce dei resoconti degli scorsi appuntamenti social e delle ultime notizie che sembrano concentrarsi principalmente su questioni tasse, lavoro e giustizia, è possibile che ancora una volta nulla venga chiaramente detto per quelle novità per le pensioni, come piani di uscita come quota 100, mini pensione, quota 41, o anche assegno universale per tutti, che sono attese ormai da troppo tempo. Domani, poi, giovedì 5 maggio, sono in programma gli appuntamenti con la Merkel, il presidente Juncker, Tusk e Schulz, che potrebbero rivelarsi decisamente importanti in chiave europea.

E’, infatti, noto quanto l’esito della trattativa con l’Europa per l’eventuale concessione di clausola per l’immigrazione ed extra deficit sia fondamentale per l’attuazione di ulteriori provvedimenti che potrebbero anche essere inseriti nella prossima Manovra, tra cui le stesse novità per le pensioni. Se, infatti, l’Europa dovesse concedere l’extra deficit al nostro Paese, si avrebbero 3 miliardi di euro in più a disposizione da poter investire per nuove misure che potrebbero partire proprio dalle pensioni, anche se in quel caso bisognerà valutare su quale novità puntare, considerando che si tratterebbe di fondi temporanei che potrebbero non bastare, chiaramente, per modifiche definitive, a meno che non vi siano altri sistemi studiato contemporaneamente che possano garantire nel tempo le necessarie coperture economiche necessarie.

Sempre oggi pomeriggio, poi, è in programma un nuovo incontro del Comitato ristretto per le pensioni a Montecitorio per discutere ancora di Fondo Indigenza e riordino delle agevolazioni e sistema degli interventi e dei servizi sociali, e nel corso del quale ci saranno una serie di interrogazione, con domande e risposte che certamente verteranno sulla questione pensioni, e probabilmente la definizione di quel Testo unico che dovrebbe contenere novità come quota 100, senza dimenticare la questione dei lavoratori che sono entrati prestissimo nel mondo occupazione e per cui si continua a chiedere l’approvazione del sistema di quota 41 che permetterebbe a tutti di andare in pensione senza necessità di raggiungere alcuna soglia anagrafica, ma con 41 anni di contributi e a fronte di penalizzazioni.



Commenta la notizia

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il

Ultime Notizie