BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie numerosi incontri per ulteriori dettagli su quota 100, mini pensioni, quota 41 odierni e domani giovedì

Oggi e domani in programma nuovi appuntamenti che potrebbero fornire importanti indicazioni su prossime eventuali novità per le pensioni: cosa accadrà




Ulteriori indicazioni sui prossimi impegni dell'esecutivo che potrebbero contemplare anche novità per le pensioni: questo è quanto si spera arrivi oggi dopo gli appuntamenti che vedranno impegnato il premier, prima in un question time alla Camera, dovrà, appunto, rispondere a domande che certamente saranno inerenti anche la questione pensioni, e poi, alle 18, in un nuovo appuntamento social su Facebook e Twitter dove, esattamente come già accaduto qualche settimana fa, avrà un diretto confronto con i cittadini, focalizzato, come già avvenuto e come immaginabile, visti gli interessi prioritari dei cittadini, su novità per le pensioni, lavoro e tasse.

Dagli ultimi sondaggi condotti sui temi che interessano maggiormente i cittadini italiani è, infatti, emeso che attenzione particolare è puntata soprattutto su necessità di revisione dell'attuale legge pensioni e sui temi di tasse e lavoro. Del resto, sono proprio quelli che influenzano direttamente la vita quotidiana di ogni cittadino. Il problema è che, forse, esattamente come riportano le ultime notizie di questi giorni, ancora nulla potrebbe essere detto sulle pensioni, in riferimento a piani come quota 100, quota 41, mini pensione o anche assegno universale e questione ricongiunzioni, considerando che il premier non sta facendo accenno alle novità per le pensioni e che l'unico provvedimento cui ha aperto è stato il bonus da 100 euro per i pensionati che percepiscono gli assegni mensili più bassi, annuncio che però da tanti è stato letto come mera mossa elettorale visto che si avvicinano le comunali di giugno.

E quale miglio modo di riconquistare voi ed elettori con la stessa mossa compiuta già due anni fa, quella cioè dell’annuncio del bonus da 80 euro ai lavoratori statali poi effettivamente diventato realtà? E il punto è proprio questo: vista la situazione creatasi, tra caos interno alla maggioranza, esecutivo che perde consensi e sfiducia crescente da parte dei cittadini, non basta solo aver eventualmente parlato di questo bonus, ma bisognerà farlo diventare realtà, se si decide di continuare su questa strada, altrimenti sarà caduta totale dell’esecutivo.

Appuntamento su cui sono però puntati tutti gli occhi e che potrebbe rivelarsi fondamentale per l’attuazione di novità per le pensioni, è l’incontro di domani, giovedì 5 maggio del premier Renzi con presidente Juncker, la cancelliera tedesca Merkel, Tusk e Schulz, incontro che potrebbe essere cruciale per fare decidere all’Europa se concede o meno extra deficit o clausola per l’immigrazione. Sappiamo ormai benissimo quanto tali concessioni potrebbero far comodo all’Italia che avrebbe maggiori margini di intervento per la prossima Manovra, con eventuali porte aperte anche per la realizzazione di novità per le pensioni.

Con ulteriori soldi concessi dall’Europa si potrebbero preventivare modifiche all’attuale legge anche dovrebbero essere ben ponderate, considerando che i fondi europei sarebbero temporanei, per cui bisognerà capire quali novità approvare, se, cioè, misure, ancora una volta, non definitive ma che facciano capire come vi sia reale intenzione di cambiamento delle norme attuali, e in tal caso potrebbero tornare i ballo i metodi sperimentali di uscita prima proposti qualche mese fa, o definire una soluzione definitiva da avviare con i soldi concessi dall’Europa e da mantenere mettendo a punto un parallelo meccanismo da cui ricavare le coperture necessarie per cambiamenti definitivi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il