BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Governo Renzi in crescente difficoltà e tensione da diverse fonti

Nuovi scandali che travolgono il partito di maggioranza e conseguenze per temi importanti e novità per le pensioni: cosa aspettarsi




Scandalo petrolio, scandalo affari illegali in cambio di voti in Campania, scandalo frodi e corruzioni a Lodi che hanno coinvolto il sindaco del Pd: sembra una vera e propria raffica di colpi andati a segno per il cammino in discesa dell'esecutivo. Una maggioranza quasi distrutta, che vive anche un caos interno già da un bel pò di tempo, tra scontri, tensioni e nuove strane alleanze. Non sono certo positive, dunque, le ultime notizie che riguardano l’esecutivo anche non si tratta poi di novità assolute, considerando che dal suo insediamento ad oggi, l'esecutivo guidato da Renzi ha già perso altri ministri, oltre al recente ministro Guidi dello Sviluppo Economico, a causa di altri scandali, come il ministro Lupi, il cui Ministero fu coinvolto l'anno scorso nello scandalo Grandi opere, o la a sottosegretaria al Ministero dei Beni Culturali Barracciu, rinviata  a giudizio, sempre l’anno scorso, per peculato aggravato per uso improprio dei fondi ai gruppi del consiglio regionale della Sardegna.

Alla luce delle ultime notizie, come riportano diverse fonti, sembra vi sia molto nervosismo e molta preoccupazione all’interno dell’esecutivo che certamente potrebbero non favorire l’attuazione di provvedimenti fondamentali, comprese le novità per le pensioni, considerando che per queste ultime resta da definire una soluzione universale visto che le forze politiche spingono su diverse novità, da quota 100 a quota 41 a mini pensione, all’introduzione dell’assegno universale. E la situazione di caos che si sta verificando non sosterrebbe certamente un processo di definizione di modifiche.

Non si preannuncia, dunque, nulla di buono né in vista delle prossime elezioni comunali, per cui gli stessi sondaggi non riportano risultati positivi per il Pd, né in vista del prossimo referendum costituzionale di ottobre. Secondo gli ultimi sondaggi, infatti, la maggior parte degli italiani non voterebbe a favore del referendum e questo potrebbe far letteralmente cadere l’esecutivo, considerando che se vincesse questa posizione, lo stesso Renzi mesi fa aveva annunciato che avrebbe lasciato la politica. Quale sarà, dunque, il futuro del governo e delle questioni più importanti che potrebbero cambiare la rotta del Paese?

E quali potrebbero essere le questioni che potrebbero portare l’esecutivo a riconquistare elettori? Da quanto emerso dagli ultimi sondaggi condotti tra i cittadini, i temi che interessano loro principalmente sono lavoro, pensioni e tasse e sulle pensioni la richiesta principale continua ad essere quella di revisione dei requisiti di uscita dal lavoro che dovrebbero essere abbassati, per permettere ai lavoratori più anziani di andare in pensione prima, seppur a fronte di penalizzazioni, e ai giovani di entrare in quel mondo del lavoro le cui porte al momento sembrano chiuse, come testimoniato anche dagli ultimi dati sul tasso di disoccupazone giovanile che in questi mesi è tornato a salire. Nuove possibilità lavorative per i giovani contribuirebbero a rilanciare la produttività e, di conseguenza, l’economia in generale, come più volte spiegato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il