BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni mini pensioni APE, quota 100, riforma canone Rai, Irpef taglio fasce, riforma tasse: ultime novità oggi giovedì

Sul fronte fiscale Palazzo Chigi pensa a una riforma dell'Irpef che vada verso un accorpamento degli scaglioni.




L'attenzione sulle novità pensioni, come dimostrato dalle ultime notizie di oggi giovedì 5 maggio 2016, continua a rimanere molto alta anche da parte dei cittadini.

Novità pensioni. Continua a essere molto caldo il fronte delle novità pensioni in Italia. Sono ancora tante le questioni al centro dell'attenzione, piccole e grandi che siano, dispendiose o economiche, ma soprattutto è alto il livello dell'attenzione. La prova è rappresentata da quelle 10.000 firme che il Gruppo pensioni a Montecitorio avrebbe raccolto per sollecitare interventi su esodati, contributivo donna, ricongiunzione non onerosa dei contributi, miglior riconoscimento della posizione di chi svolge attività usuranti. La proposta base del suo presidente prevede il pensionamento anche a 62 anni con il versamento di 35 anni di contributi e penalizzazione massima dell'8% da applicare sull'importo dell'assegno finale. La risposta di Palazzo Chigi sul terreno delle novità pensioni è il nuovo meccanismo che sarà introdotto il prossimo anno per consentire le uscite un po' prima dal mondo del lavoro si chiamerà Ape e riguarderà in particolare i lavoratori nati tra il 1951 e il 1953.

Riforma canone Rai novità. L'Agenzia delle entrate ha approvato modello e istruzioni della dichiarazione sostitutiva di sussistenza dei requisiti per richiedere l'esenzione del pagamento dell'imposta a partire da luglio per diplomatici e militari. Va spedita entro il 23 maggio 2016, mentre per gli altri anni può essere presentata in ogni giorno dell'anno e produce effetti in base alla data di decorrenza della condizione di esenzione legata all'incarico.

Irpef taglio fasce novità. Sul fronte fiscale il governo pensa a una riforma dell'Irpef che vada verso un accorpamento degli scaglioni. Oggi le fasce di reddito su cui si paga l’imposta sono cinque. Da 0 a 15.000 euro si versa il 23% in tasse. Da 15.001 a 28.000 si sale al 27%. Da 28.001 a 55.000 euro il 38%. Da 55.001 a 75.000 euro si tocca il 41%. Oltre i 75.000 euro la soglia massima del 43%. Palazzo Chigi è al lavoro e a breve arriveranno novità.

Riforma tasse novità. Nella prossima manovra finanziaria dovrebbe trovare posto la nuova flat tax, ossia una tassazione proporzionale pari all'aliquota Ires per tutte le imprese personali che lasciano utili in azienda. Con il nuovo tributo, già studiato come Imposta sul reddito dell'imprenditore e denominata Iri, il governo intende parificare i criteri di tassazione dei redditi d'impresa a prescindere dalla forma giuridica adottata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il