BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ape pensione e nuove misure Governo Renzi cancellazione bollo auto abolizione,taglio Irpef e università gratis mosse Governo Renzi

L'abolizione del bollo auto verrebbe finanziata aumentando l'accisa sui carburanti di circa 15 centesimi al litro.




Sono tanti i fronti di lavoro aperti a Palazzo Chigi, dalla cancellazione del bollo auto all'introduzione dell'assegno pensionistico passando per la riduzione delle tasse.

Bollo auto abolizione. Non si tratta di una novità in senso stretto perché già da tempo il premier ha prospettato l'intenzione di abolire il bollo auto. Non c'è ancora un piano ufficiale su cui l'esecutivo sta lavorando, ma solo l'idea di cancellarlo aumentando le accise. Il nodo è come al solito di tipo economico: come compensare 6,5 miliardi di euro di gettito che assicura questa tassa? Da qui l'ipotesi di sostituire l'imposta con quella sui consumi aumentando l'accisa sui carburanti di circa 15 centesimi al litro. In questo modo si semplificherebbe la vita dei cittadini e la vita dello Stato che avrebbe un incasso certo a prova di evasione.

Università gratis. Sono i numeri a spingere il governo a prevedere il taglio delle tasse universitario per i redditi bassi: è pari al 51% l'aumento della rata chiesta dagli atenei italiani in dieci anni ed è del 20,4% il calo delle immatricolazioni in Italia, con un picco nelle isole, -30,2%. In contemporanea è del 23,9 la percentuale dei giovani italiani che ha la laurea, la quota più bassa nell'Unione europea. In ogni caso verrebbe tenuto in considerazione l'Isee, l'Indicatore della situazione economica equivalente, che non dovrebbe superare il tetto tra i 13 e i 15.000 euro, ma a patto che non si sia in ritardo con gli esami da sostenere.

Pensioni APE uscita anticipata. Sono emersi maggiori dettagli su quel progetto dell'esecutivo sulle mini pensioni di cui si ragiona da tempo. Il funzionamento è semplice: i lavoratori nati tra il 1951 e il 1953 possono lasciare prima del compimento dell'età di vecchiaia, ossia 66 anni e 7 mesi ottenendo dalle banche una somma mensile erogata dall'Inps, pari all'importo della futura pensione che sarà decurtata della rata di rimborso dell'anticipo a valere su un piano di ammortamento di 18 anni.

Taglio Irpef Governo Renzi. Palazzo Chigi è al lavoro anche sul fronte del fisco dove spunta l'ipotesi di una mini-sforbiciata all'Irpef, stavolta guardando il ceto medio, quello escluso finora sia dagli interventi in favore dei redditi bassi (gli 80 euro) sia da quelli che hanno alleggerito il fisco per le imprese. Si studia infatti di intervenire con una limatura di un punto delle attuali aliquote intermedie al 27% e al 38%. Intervento che costerebbe circa tre miliardi e che potrebbe scattare, se i conti lo permettessero, già dal prossimo anno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il