BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Canone Rai 2016: autocertificazione, regole, esenzioni, detrazioni Agenzia Entrate. Esempi,aiuto,assistenza per problemi vari casi

C'è solo una settimana di tempo per presentare la dichiarazione di esenzione dal canone Rai 2016 in bolletta. Ecco chi può farlo.




Questa è la settimana finale per l'invio dei modelli per l'autocertificazione dell'esenzione dal canone Rai 2016 in bolletta. Sia che si proceda per via telematica e sia che si scelga la strada della spedizione via posta, la data da rispettare è il 15 maggio 2016. Chi può avvalersene? Tre categorie. C'è infatti la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un apparecchio TV, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, in alcuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di utenza elettrica. Si tratta del caso più classico poiché, ricordiamo, il canone Rai è legato alla detenzione di un televisore.

Poi c'è la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un ulteriore apparecchio televisivo oltre a quello per il quale è stata precedentemente presentata una denunzia di cessazione dell'abbonamento per suggellamento, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, in alcuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di utenza elettrica. E infine c'è la dichiarazione sostitutiva sul non addebito del canone Rai 2016 in alcuna delle utenze elettriche intestate al dichiarante in quanto l'imposta è dovuta in relazione all'utenza elettrica intestata a altro componente della stessa famiglia anagrafica.

Di certo c'è che oltre agli over 75 anni con basso reddito familiare, non devono pagare il canone Rai 2016 i militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva. Ma per via dei troppi casi particolari, sarà necessaria una nuova proroga?

A proposito delle novità settimanali, via libera del consiglio di amministrazione della Rai al bilancio consuntivo del 2015, che si è chiuso con una perdita di 25,6 milioni di euro. "Nel 2015 - ha spiegato il direttore generale Antonio Campo Dall'Orto in commissione Vigilanza - siamo riusciti a contenere la perdita grazie al controllo dei costi e alla risalita della pubblicità nell'ultimo trimestre, dovuta sia all'aggiustamento al rialzo della politica dei prezzi, sia alla crescita del mercato". I ricavi da canone si incrementano di 49,4 milioni di euro. I ricavi pubblicitari si riducono per circa quasi 15 milioni di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il