BusinessOnline - Il portale per i decision maker






730 2016 precompilato, Unico 2016 precompilato: novitÓ della settimana INPS e Agenzia delle Entrate

Il modello 730 precompilato 2016, a cui si Ŕ aggiunto l'Unico 2016 precompilato, Ŕ pi¨ complesso e completo rispetto a quello dello scorso anno.




Sono tante le novità e vanno di pari passo i chiarimenti dell'Agenzia delle entrate in merito a 730 precompilato 2016 e Unico 2016 precompilato. Le spese per le mense scolastiche, ad esempio, possono essere detratte dal reddito. I contribuenti che pagano il servizio di mensa in contanti o con altre modalità diverse dal bonifico, come bancomat o buoni mensa, devono chiedere alla scuola o al soggetto che riceve il pagamento un'attestazione che certifichi l'ammontare della spesa sostenuta nell'anno e i dati dell'alunno. Il documento risponde anche alle numerose richieste di chiarimento in materia di spese sanitarie. In particolare, le spese effettuate all'estero per la crioconservazione degli ovociti e degli embrioni sono detraibili solo se eseguite per finalità consentite in Italia.

L'Agenzia delle entrate chiarisce anche in che misura sono agevolabili le spese per l'installazione di contatori individuali per i caloriferi. Queste spese sono ammesse alla detrazione prevista per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. Le spese relative ai trattamenti di mesoterapia e ozonoterapia effettuati da personale medico sono ammesse in detrazione. Per la detraibilità occorre che tali spese siano oggetto di una prescrizione medica. Non sono detraibili i trattamenti di haloterapia o grotte di sale, poiché al momento non sono stati assimilati alle procedure sanitarie.

L'acquisto in comproprietà di una unica pertinenza adibita al servizio di due distinti immobili è agevolato ai fini della detrazione (50%) in base alla spesa da ciascuno sostenuta. Il tetto massimo di spesa ammissibile sulla pertinenza è pari a 96.000 euro e va rapportato in funzione dell'immobile a cui la stessa è asservita. In pratica tale limite va considerato unitariamente per abitazione e pertinenza. Ogni comproprietario può dedurre dal reddito complessivo la quota di rendita, pari alla percentuale di possesso della pertinenza stessa.

Si ricorda che per accedere al modello ci sono tre possibilità. Innanzitutto il codice Pin per i servizi telematici dell'Agenzia delle entrate, che può essere richiesto sullo stesso sito, presso gli uffici territoriali o utilizzando l'app Agenzia Entrate. Quindi possono essere utilizzati anche la Carta nazionale dei servizi, il Pin dispositivo rilasciato dall'Inps e lo Spid, il nuovo Sistema pubblico di identità digitale, che permette di utilizzare le stesse credenziali per tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni e delle imprese aderenti. Infine, il contribuente può sempre scegliere di delegare un intermediario: Caf, professionisti e sostituti d'imposta.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il