BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Indulto e amnistia: situazione regione per regione carceri rispetto Europa in analisi recentissima esperti

La situazione delle carceri italiani impone una riflessione sulla previsione delle misure di amnistia e indulto.




Ci sono i numeri contenuti nel nuovo report Annual Penal Statistics elaborato dal Consiglio d'Europa, secondo cui i carcerati in Italia superano il tetto di 54.000 rispetto a una capacità di 45.000 posti ed è tra i paesi con il maggior numero di detenuti stranieri, a ricordare come andrebbe aperta una serie riflessione sulla concessione delle misure di amnistia e indulto. L'analisi tiene conto della situazione nell'intero continente, certo, ma se tiriamo fuori i dati italiani la differenza è minima. La tendenza è verso la riduzione della presenza di detenuti in spazi ristretti e lo studio rivela che da queste parti la popolazione carceraria è passata da 148 persone detenute per 100 posti nel 2013 a 110 nel 2014.

Provando a rimanere strettamente dentro questi confini e cercando di capire fino a che punto è lecito immaginare l'applicazione di misure come amnistia e indulto, al 31 marzo i detenuti italiani sono 53.495 a fronte di un capienza consentita di 49.545 posti. Le regioni in cui si registra questo sforamento sono Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Veneto. I dati sono forniti dalla sezione Statistica dell'Ufficio per lo sviluppo e la gestione del sistema informativo automatizzato statistica e automazione di supporto dipartimentale dl Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria.

I posti sono calcolati sulla base del criterio di 9 metri quadrati per singolo detenuto, a cui sono aggiunti 5 metri quadrati per gli altri, lo stesso per cui in Italia viene concessa l'abitabilità alle abitazioni, più favorevole rispetto ai 6 metri quadrati più metri quadrati stabiliti dal Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti più servizi sanitari. A completamento della raccolta dati, si fa presente che questi numeri non tengono conto di eventuali situazioni transitorie che comportano scostamenti temporanei. Tuttavia, le ultime notizie continuano a riferire come amnistia e indulto non siano due temi all'ordine del giorno della politica italiana.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il