BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Canone Rai 2016 autocertificazione con nuova modalitÓ per esenzione seppur con modelli attuali meglio fare autocertificazione

Nuove indicazioni e precisazioni dell'Agenzia delle entrate in merito alla trasmissione dell'autocertificazione per non pagare il canone Rai.




Tempo di presentazione dell'autocertificazione per non pagare il canone Rai 2016, naturalmente se si rientra nei casi in cui è consentito, come la mancata detenzione di un televisore. Più precisamente, l'Agenzia delle entrate ha previsto l'utilizzo del modello per l'autocertificazione in tre casi. C'è la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un apparecchio televisivo, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, in alcuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di utenza elettrica.

Poi c'è la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un ulteriore apparecchio televisivo oltre a quello per il quale è stata precedentemente presentata una denunzia di cessazione dell'abbonamento per suggellamento, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, in alcuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di utenza elettrica. E infine c'è la dichiarazione sostitutiva sul non addebito del canone Rai 2016 in alcuna delle utenze elettriche intestate al dichiarante in quanto l'imposta è dovuta in relazione all'utenza elettrica intestata a altro componente della stessa famiglia anagrafica. In ogni caso, la scadenza da segnare sul calendario è quella del 16 maggio 2016, qualunque sia la strada scelta per l'invio del modello.

Tra le ultime indicazioni dell'Agenzia delle entrate in merito alla possibilità di inviare la dichiarazione sostitutiva si segnala quella della posta elettronica certificata purché la dichiarazione sia sottoscritta mediante firma digitale. L'indirizzo al quale inviarla è cp22.sat@postacertificata.rai.it. Il modello può essere ovviamente presentato direttamente dal contribuente o dall'erede mediante l'applicazione web disponibile sul sito dell'Agenzia delle entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel oppure avvalendosi di un intermediario abilitato. La dichiarazione si considera presentata nella data risultante dalla ricevuta rilasciata in via telematica.

Nei casi in cui non sia possibile la trasmissione telematica o comunque si scelga il modo tradizionale, la dichiarazione sostitutiva può anche essere trasmessa via posta all'indirizzo Agenzia delle entrate - Ufficio Torino 1 - Sportello abbonamenti TV - Casella postale 22 - 10121 Torino. In questo caso la dichiarazione si considera presentata nella data di spedizione risultante dal timbro postale. Chi sceglie questa strada deve ricordare che il modello di autocertificazione per non pagare il canone Rai 2016 va presentato insieme alla copia di un documento di riconoscimento.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il