BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Tfa terzo ciclo nuovo 2016 e concorso scuola prova scritta come sarà correzione prova, uscita risultati quando e pc con problemi

Non solo sui tempi di attivazione del nuovo Tfa ordinario, le incertezze sul mondo della scuola coinvolgono anche il concorso 2016.




Per ora basta il sì all'attivazione del Tfa 2016 terzo ciclo per placare gli animi. Ma ben presto la pressione per conoscere i tempi di pubblicazione del bando e dunque i requisti di accesso diventerà sempre più evidente. Il punto di partenza, come spieghiamo da alcuni giorni sono i circa 16.000 posti previsti per il nuovo Tfa ordinario, di cui 11.328 per posto comune e 5.128 su sostegno. Più precisamente, per quanto riguarda il posto comune, sono 3.270 per la scuola secondaria di primo grado, 8.058 per quella secondaria di secondo grado. In merito ai posti sul sostegno, 392 all'infanzia, 1.749 alla primaria, 1.932 alla scuola secondaria di primo grado, 1.035 per quella secondaria di secondo grado.

Le incertezze rispetto al concorso scuola 2016 per gli insegnanti, di cui sono attualmente in fase di svolgimento le prove scritte, sono di vario tipo. In prima battuta, ricordando che a tutte e otto le domande si risponde attraverso il PC, sono in tanti a far presente a poche ore di distanza dal termine delle prove scritte, che il programma di videoscrittura presenta molte particolarità. Ad esempio, non viene data l'opportunità di controllare che tutte le domande siano state salvate al momento del caricamento, non sono presenti strumenti per la formattazione come il grassetto e il corsivo, non è possibile il copia e incolla ovvero lo spostamento di parte delle frasi. Qualcuno ha perfino lamentato (e denunciato nel giorno della prova) casi di PC bloccati e dunque non più utilizzabili nel bel mezzo della prova scritta.

Tutta da scoprire è la partita della correzioni, rispetto a cui sembra che sia previsto un maggiore compenso ai commissari. A ogni modo non sono note le griglie che saranno adottate e né le date di pubblicazione dei risultati. Di certo, l'appuntamento è con il mese di giugno e certamente almeno 20 giorni prima delle prove orali.

La sola indicazione ufficiale è quella che si legge nel bando del concorso scuola: "I candidati che conseguono l'ammissione alla prova orale ricevono da parte del competente USR comunicazione, esclusivamente a mezzo di posta elettronica all'indirizzo indicato nella domanda di partecipazione al concorso, del voto conseguito nella prova di cui all'art. 6 comma 3, ovvero nelle prove di cui all'art. 6 commi 3 e 4, della sede, della data e dell'ora di svolgimento della loro prova orale almeno venti giorni prima dello svolgimento della medesima". Ben presto, tuttavia, il Ministero dell'Istruzione dovrà fornire maggiori chiarimenti e informazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il