BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Tfa terzo ciclo e concorso scuola prova scritta uscita quando e come correzione. Risultati, graduatorie. E prova pratica e orale

Continua a essere piuttosto in fermento il mondo della scuola, come dimostrato dalle ultime notize su concorso e Tfa.




Appare quasi imbarazzante il silenzio del Ministero dell'Istruzione in merito all'attivazione del terzo ciclo del Tfa 2016 ordinario. Se non ci sono dubbi sulla pubblicazione del bando contenente tutti i requisiti sulla sua partecipazione, restano tutti da scoprire i tempi. Né in maniera ufficiale e né ufficiosa, dal Ministero di Viale Trastevere sono giunte informazioni a cui fare riferimento. Le ragioni, a quanto pare, sarebbero da ricercare nelle operazioni di svolgimento delle prove scritte del concorso scuola 2016, che questa mattina ha coinvolto la classe di concorso del sostegno per la scuola dell'infanzia.

Tra le principali critiche, come si apprende via Facebook che sono state rivolte ci sono quelle relative al poco tempo che non permette una rilettura di quanto scritto, alla schermata era grigia con carattere grigio e molto piccolo he rende difficile individuare errori di battitura, a un clima un po' troppo rumoroso. Domani mattina venerdì 13 maggio 2016, si ricomincia con la prova di greco per ambito disciplinare 8 ovvero Discipline letterarie, latino e greco (A13), Scienze giuridico-economiche (A46), Design del vetro (A06) mentre nel pomeriggio è il turno dei candidati alle classi di concorso Scienze, tecnologie e tecniche di produzione animale (A52) e Scienze della geologia e della mineralogia (A32).

Per quanto riguarda i tempi di pubblicazione dei risultati delle prove scritte e scoprire se l'ammissione alle prove orali è realtà, occorre attendere almeno il mese di giugno, quando tutti i candidati avranno completato questa prima fase. A proposito di scuola, l'esecutivo ha deciso di accelerare al Senato sul disegno di legge di conversione del decreto scuola. Si tratta di un decreto chiave per alcune delle principali misure sui mondi della scuola e della ricerca, ma che non sta evitando le polemiche delle opposizioni a Palazzo Madama. Proteste che, più che sul merito, vertono soprattutto sul metodo utilizzato. La fiducia andrà al voto dell'Aula con esito certamente positivo. Il decreto, così, passerà alla Camera con le modifiche apportate a Palazzo Madama.

Il maxiemendamento, nei suoi punti principali, prevede il raddoppio dei compensi dei commissari alle prese a breve con la correzione degli elaborati delle prove scritte del concorso scuola 2016, procedure più efficienti e tempi certi ovvero massimo 30 giorni per il pagamento delle supplenze, la proroga degli interventi previsti dal piano "scuole belle". Si disciplina, inoltre, un ricalcolo dell'Isee delle famiglie con componenti disabili. Il provvedimento stanzia fondi fino a 12,2 milioni di euro per le scuole paritarie che accolgono persone con disabilità.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il