BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni, riforma ristrutturazione casa, Tasi e Imu chi paga ancora, riforma contratti PA: novitÓ oggi venerdý

Sindacati in piazza il 19 maggio 2016 anche per chiedere lo sblocco dei contratti degli statali che si protrae da setti anni.




Le ultime notizie di oggi venerdì 13 maggio 2016 fanno chiarezza sui piani di Palazzo Chigi sulle novità pensioni.

Novità pensioni. Qualunque siano i motivi della tempistica scelta per annunciare novità pensioni, anche il presidente del Consiglio ha confermato come Palazzo Chigi stia lavorando per mettere a punto il meccanismo dell'Ape. Si tratta dell'assegno con cui i lavoratori a cui mancano pochi anni al congedo, possono accedere al trattamento previdenziale in cambio di una penalizzazione nell'importo finale. Non solo, ma il premier si è anche sbilanciato spiegando come le novità sulle pensioni potrebbero arrivare perfino prima della prossima manovra finanziaria.

A ogni modo, a poter beneficiare di questa possibilità dovrebbero essere i lavoratori prepensionabili per effetti di crisi aziendali, dei disoccupati anziani e dei dipendenti pubblici e privati che sceglieranno un'uscita volontaria. La partita è comunque decisamente aperta perché potrebbe comprendere in una forma differente anche coloro che svolgono attività prevalentemente faticose, alla ricerca di un miglior riconoscimento delle loro peculiarità. Almeno inizialmente solo quelli nati tra il 1951 e il 1953. Come argomentato dal premier, la soglia minima riguarderà solo "quelli che sono messi male: a coloro che hanno una pensione bassa e hanno 55 anni puoi togliere l'1% per gli altri magari puoi arrivare al 4%".

Tra le conseguenze dirette dell'applicazione di questa misura che comunque avrà un impatto limitato per le casse dello Stato, anche perché la somma anticipata dovrà essere restituita, magari con gli interessi, c'è l'uscita dal giro delle ipotesi delle altre soluzioni prospettate sulle novità pensioni, come l'applicazione di quota 100 e il congedo a 62 anni di età con 35 anni di contributi con penalizzazione massima dell'8%.

Riforma ristrutturazione casa novità. Stando ai chiarimenti dell'Agenzia delle entrate in merito al bonus casa, i condomini che, non avendone l'obbligo, non hanno nominato un amministratore, per beneficiare della detrazione per i lavori di ristrutturazione delle parti comuni dovranno obbligatoriamente richiedere il codice fiscale ed eseguire tutti gli adempimenti previsti a nome del condominio stesso.

Tasi e Imu chi paga ancora novità. Stando alle nuove normative, quest'anno per gli immobili locati a residenti a canone concordato la riduzione del 25% opererà sull'imposta calcolata utilizzando l'aliquota agevolata deliberata dal Comune. Continueranno quindi a pagare.

Riforma contratti PA novità. Se c'è un motivo per cui i sindacati sono pronti a scendere in piazza il 19 maggio 2016 è anche per chiedere lo sblocco dei contratti degli statali. A oggi, nonostante gli annunci, è ancora tutto fermo.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietÓ, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il