BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 rilancio con taglio vitalizi che torna attuale

Taglio e ricalcolo dei vitalizi per equità sociale e accumulare nuovi risparmi per ulteriori novità per le pensioni: le ultime proposte pensionistiche




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:33): Tanti e in costante aumento sono gli esponenti delle varie forze di varie tipologie e anche gli esperti e coloro che si occupano attivamente riguardo le novità per le pensioni che chiedono con forza e che sono ritornati a rivolvere appelli per il taglio dei vitalizi come indicano le ultime notizie e ultimissime

Le discussioni previdenziali si focalizzano ormai da mesi principalmente su quei piani di uscita prima come quota 100, mini pensione, quota 41 e nuovo meccanismo basato sulla mini pensione per i nati tra il 1951 e il 1953, ma, dopo tempo che sembravano caduti nel dimenticatoio, le ultime notizie sono tornate a concentrarsi anche sui vitalizi d'oro ai politici. Un tema che fa discutere parecchio, agitando gli animi dei politici stessi, che chiaramente sono contrari alle novità proposte, e dei cittadini, che invece chiedono con forza, insieme alle forze sociali, che questi trattamenti vengano completamente aboliti, considerando la discriminazione sociale che determinano e le forti differenze di trattamenti previdenziali, senza considerare l'elevata spesa che comportano e che potrebbe trasformarsi in un risparmio da investire per l'approvazione di novità per le pensioni positive per tutti.

Il ritorno dell’ipotesi del taglio dei vitalizi d’oro dei politici potrebbe essere quella mossa in più che, alle soglie delle elezioni comunali di giugno, potrebbe rappresentare una nuova svolta per l’esecutivo. In realtà, come riportano le ultime notizie, le mosse al vaglio dell’esecutivo per cercare di riconquistare voti ed elettori potrebbero, a  parole, essere tante, da novità per le pensioni di uscita prima, a taglio dei vitalizi d’oro, al piano di taglio delle tasse, ma finora ancora nulla è diventato realtà, neppure quel nuovo meccanismo annunciato dallo stesso premier la settimana scorsa, di prepensionamento basato sulla mini pensione, di cui mancano ancora dettagli e certezze. Per ora, anche in questo caso, si tratta solo di parole e ci si chiede se il ritorno in auge del possibile taglio dei vitalizi resti anch’esso una promessa e basta.

Le speranze sono che diventi realtà perché, oltre a rappresentare una mossa vincente, potrebbe avere come diretta conseguenza quella del ricalcolo degli assegni più alti, che potrebbero essere quelli dai 5mila euro in su, e portare a risparmiare davvero diversi milioni di euro che sarebbero reinvestiti certamente per il welfare e lese novità per le pensioni. Secondo le stime dell’Istituto di Previdenza, i risparmi ipotizzati, in dieci anni, potrebbero arrivare a circa 760 milioni di euro, cifra non indifferente che sarebbe a disposizione per ulteriori provvedimenti.

La conferma che qualcosa si voglia davvero fare sui vitalizi arriva dalle nuove dichiarazioni del ministro della Pubblica Amministrazione Madia che si è detta particolarmente favorevole al taglio delle pensioni d’oro dei politici, ma anche dal presidente dell’Istituto di Previdenza Boeri che ha chiaramente spiegato come si lavorerebbe sulla questione: nessuna cancellazione in toto di questa misura, ma una revisione del loro valore calcolato esclusivamente sulla base dei reali contributi versati, esattamente come accade per il calcolo delle normali prestazioni pensionistiche. Per l'ex commissario per la revisione della spesa pubblica Cottarelli, il taglio delle cosiddette pensioni d'oro potrebbe servire per ridurre i contributi previdenziali dei nuovi assunti. Si tratta di una proposta che l'ex commissario aveva già reso nota quando stese il suo piano di revisione della spesa pubblica e che rappresenterebbe un passo concreto verso una uguaglianza sociale.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il