BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Mutui tasso variabile e fisso Maggio 2016 offerte migliori Posta, BancaIntesa, Unicredit, Youbanking, Che Banca. Tassi più bassi

Le proposte mutui di Posta, BancaIntesa, Unicredit, Youbanking, Che Banca per questo mese di maggio 2016 e quale scegliere in base a condizioni




Sono diverse le proposte di mutui, sia a tasso variabile che fisso, sempre disponibili, soprattutto alla luce di una crescente domanda da parte di clienti. Di seguito cercheremo di analizzare le più convenienti disponibili per questo mese di  maggio 2016. Partendo da Poste Italiane, per questo mese propone ancora Banco Posta per l’Acquisto di una prima o seconda casa, prevede uno spread dell’1,85% su tasso fisso, variabile e misto, la polizza incendio gratuita, zero spese di incasso rata e per le comunicazioni periodiche, e non è prevista nemmeno alcuna commissione per l’estinzione anticipata per il mutuo. Questa tipologia di mutuo permette di richiedere fino all'80% del valore dell'immobile e i tassi applicati vengono rivisti ogni mese.

Tra le migliori offerte di mutuo a tasso variabile e fisso disponibile per questo mese di maggio 2016 spiccano ancora quelle di Intesa Sanpaolo, Domus Variabile che per i mutui stipulati entro il 31 maggio 2016 offre un tasso variabile con spread a partire dall’1,15%, valido per i mutui acquisto, o anche le surroghe, a patto che siano di importo non superiore al 50% del valore dell’immobile e abbiano una durata massima di 10 anni; e Mutuo Domus Fisso di Intesa Sanpaolo che prevede l’erogazione del mutuo fino all’80% del valore dell’immobile, prevede spese di istruttoria di 600 euro, 320 di perizia, circa mille euro per assicurazione scoppio e incendio e pagamento delle spese ricorrenti per le spese amministrative mensili di incasso rata (1.5 euro ognuna), e permette anche la Sospensione del pagamento delle rate se sono state regolarmente pagate le prime 24 mensilità.

Unicredit propone diverse soluzione di mutuo a tasso variabile, come  Mutuo Valore Italia Super e Mutuo Valore Italia Top: il primo prevede un tasso Euribor a 3 mesi, permette di optare per la copertura, con Cap, cioè per i primi dieci anni del mutuo il livello Euribor 3 mesi non può superare il 2%, cui bisognerà aggiungere lo spread stabilito da contratto; mentre il secondo permette al cliente controllare il proprio mutuo con il tagliando, se per 24 mesi rispetta regolarmente il pagamento delle rate mensili potrà scegliere di attivare diversi servizi come Taglia rata nel caso in cui si decida di rimandare il pagamento della quota capitale, tutta o in parte, per un anno al massimo; Sposta rata, se invece si decide di posticipare la rata mensile fino a 3 volte, anche non consecutive, nel corso della vita del mutuo; e Riduci rata, per ridurre la rata del mutuo tramite l’allungamento del piano di ammortamento fino ad un massimo di 4 anni.

A seguire troviamo la proposta mutuo Youbanking a tasso variabile, valido per l'acquisto di prima o seconda casa che per richieste presentate fino a 31 luglio 2016 e stipulate entro il 30 settembre 2016 prevede la possibilità di richiedere fino all'80% del valore dell'immobile da acquistare, un tasso variabile legato all’Euribor 3 mesi/365 media precedente sommato allo spread che varia in base alle durate del mutuo e cioè per durate pari o inferiori a 10 anni lo spread è dello 0,95%; per durate pari o inferiori a 15 anni lo spread è dell’1,05%; per durate pari o inferiori a 25 anni lo spread è dell’1,15%; e per durate superiori a 25 anni, lo spread è dell’1,55%. Questo mutuo prevede spese di perizia di 320 euro e spese di istruttoria che oscillano tra i 500 e i mille euro. Anche CheBanca, infine, offre soluzioni molto interessanti e vantaggiose l’acquisto sia di prima che di seconda casa, con mutui a tasso fisso, a tasso variabile o variabile con cap.

Per richieste di mutuo CheBanca fino al 31 maggio 2016 da erogare entro il 31 luglio, è prevista la possibilità di richiedere mutui fino all'80% del valore dell'immobile, prevede un tasso variabile  indicizzato all'Euribor 3 mesi/365 sommato allo spread previsto che per durate fino a 25 anni è dell’1,93% e per durate superiori ai 25 anni è dell’1,98%. Inoltre, non è prevista alcuna spesa e prevede una iscrizione ipotecaria ridotta al 150%.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il