BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 cosa farà Governo Renzi in seconda parte del mese

Cosa è successo in questi ultimi giorni e importanti appuntamenti attesi anche nei prossimi e che potrebbero avere cruciali conseguenze per novità pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:41): Quello che abbiamo visto è un programma, una agenda che il Governo Renzi sarebbe in procinto di preparare per le novità per le pensioni facendo riferimento alle ultime notizie e ultimissime sia ufficiali che ufficiose. Certo, però, che il condizionale è d'obbligo non solo perchè stiamo di un tema così delicato come le novità per le pensioni, ma anche perchè molto dipende dalla strategia dello stesso Governo Renzi di quando giocarsi determinate carte a sua disposizione per i prossimi appuntamenti attuandole prima o dopo del previsto

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:22): Nel prossimo periodo, dunque, il Governo Renzi si dovrà per forza trovare impegnato a fare una serie di attività che riguardarenno le novità per le pensioni condizionate dalle ultime notizie e ultimissime:

- novità per le pensioni con i nuovi paletti di bilancio
- novità per le pensioni con probabile presentazione piano o doppio piano
- novità per le pensioni come strumento utilizzabile per le prossime comunali se si decidesse di usarle ora
- novità per le pensioni con inizio rifacimento del DEF dopo nuove indicazione bilancio.
- novità per le pensioni con riunioni forze sociali

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:18): Ci saranno a prima vista più soldi, in quanto sono stati concessi quasi 14 miliardi di euro per le nuove manovre di bilancio come riferiscono le ultime notizie e ultimissime ufficiali. Il vero problema è che sono stati inseriti anche dei nuovi paletti che richiedono almeno 10 miliardi da trovare solo per questo e almeno altri 10-15 miliardi per attuare i progetti del Governo Renzi che sono allo studio tra cui le novità per le pensioni che avrebbero se fatti bene i conti uno spazio a livello economico minimo come vedremo (anche se è una questione di priorità ovviamente come sempre). E può esserci anche una beffa.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:36): I prossimi passaggi per le novità per le pensioni dovrebbero essere, in base anche alle ultime notizie e ultimissime viste appena sotto, la presentazione del progetto dello staff tecnico dei consiglieri economici insieme a quello dei Dicasteri, ma che potrebbe subire un rallentamento per una riscrittura del DEF che sicuramente avverrà dopo che la chiarezza sul bilancio e sulle possibilità di fare cose concrete del programma. E non sarà semplice, visto le prime notizie che dopo un sostanziale ottimismo, parlano di alcuni paletti rigidi inseriti dalla Comunità che vedremo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:07): E come avevamo previsto non abbiamo fatto in tempo a scrivere questo articolo che subito sono arrivate delle ultime notizie e ultimissime interessanti a cui se ne sommeranno nei prossimi due intensi giorni ulteriori per le novità per le pensioni. Sinteticamente tra le ultime notizie, ultimissime sottolineiamo:

- Novità pensioni probabili da MatteoRisponde domani sera
- Novità pensioni dopo che bilancio accettato da Ue con tutte le richieste del Governo Renzi
- Novità pensioni riunione Governo Renzi e forze sociali per iniziare iter confronto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:47): Abbiamo cercato di fare il punto sulle prospettive reali delle novità per le pensioni da parte del Governo Renzi partendo da tutte le ultime notizie e ultimissime accadute negli ultimi 15 giorni per capire cosa potrà accedere nella restante parte del mese dove vi sono una serie di scadenze già di per sè importanti e che influenzeranno sicuramente le novità per le pensioni che saranno, comunque, trattate anche come tema a sè stante data la crescente centralità e importanza.

Sono diverse le novità messe a punto dal governo Renzi negli ultimi 15 giorni e si sono susseguite vicende importanti che potrebbero avere diverse conseguenze tanto sulle novità per le pensioni che sulla tenuta dell’esecutivo. E’ stato innanzitutto approvato il Def, ma solo una prima bozza considerando che è ancora atteso l’esito della valutazione da parte della Comunità che dovrà decidere se concedere, o meno, all’Italia l’extra deficit che in caso di esito positivo potrebbe permettere di riaprire il grande capitolo del documento di programmazione economica con la possibilità di inserire ulteriori misure, comprese eventuali novità per le pensioni.

Il cammino dei diversi provvedimenti al vaglio dell’esecutivo è stato in parte bloccato dagli scandali che hanno travolto il governo, da quello sullo scandalo del petrolio in Basilicata che ha portato alle dimissioni del ministro dello Sviluppo Economico Guidi e alla nomina di Calenda come suo successore, a quello della Campani, all’arresto del sindaco di Lodi Uggetti del Pd accusato di turbativa d'asta in relazione all'appalto per la gestione delle piscine comunali scoperte, e che hanno contribuito a determinare un netto calo dei consensi nei sondaggi, come si evince dalle ultime notizie, e per la prima volta, anche in relazione alle possibili intenzioni di voto degli italiani per le prossime politiche, il M5S ha superato il Pd.

Da qui è derivata la decisione della maggioranza di ricompattarsi, attraverso un superamento delle tensioni interne anche con la minoranza, e la possibilità di anticipare all’autunno il Congresso con la nomina del nuovo segretario. Nel frattempo, il tema delle novità per le pensioni è tornato prepotentemente al centro dell’attenzione dopo che diversi esponenti del governo Renzi hanno mostrato aperture e tra queste, a sorpresa, anche quella ministro dell’Economia Padoan, che ha spiegato, per la prima volta in maniera diretta, come modifiche pensionistiche potrebbero rivelarsi utili soprattutto perché collegate alla crescita eventuale del’occupazione giovanile, ancora bassa e da rilanciare.

Lo stesso premier Renzi in diverse occasioni ha confermato la disponibilità dell’esecutivo ad affrontare il tema delle novità per le pensioni nella prossima Manovra e, superando i piani da mesi sul tavolo dell’esecutivo come quota 100, quota 41, mini pensione, ha annunciato un nuovo meccanismo di uscita prima basato sulla mini pensione, per coloro che sono nati tra il 1951 e il 1953, che prevederebbe penalizzazioni comprese tra l’1% e il 3% annui, e che potrebbero salire anche al 4%, in base al reddito percepito da ogni lavoratore, con un anticipo per il prepensionamento che verrebbe erogato dagli istituti di credito e che dovrebbe essere loro restituito attraverso piccole trattenute mensili sulla pensione finale che sarà regolarmente erogata dall’Istituto di Previdenza.

Chiaro l’orientamento su questo sistema anche se restano alcuni dettagli da definire, come l’entità della decurtazione che avverrà sulla pensione finale, dopo aver già precisato che non dovrebbero essere previsti interessi sulla somma concessa. Ma non solo: ulteriori indicazioni sono attese anche per quel che riguarda il Fondo Indigenza e quel piano di taglio alle agevolazioni fiscali alle famiglie e di revisione di alcune prestazioni pensionistiche da cui si potrebbero ricavare nuove risorse economiche che potrebbero poi essere impiegate, come spesso ribadito, per la realizzazione di ulteriori novità per le pensioni positive per tutti. Si attendono, dunque, a breve i dettagli su questi due piani del governo e questo dovrebbe avvenire, in base alle recenti indicazioni, nei prossimi 15 giorni al massimo.

Intanto, dalla Comunità si attende a giorni l’esito della concessione dell’extra deficit prima e la risposta sulla clausola per l’immigrazione poi, mentre il governo continua a lavorare per mettere a punto novità per riconquistare consensi e voti in vista delle imminenti comunali che si terranno il 5 giugno, ma anche del referendum costituzionale del prossimo ottobre, e queste novità per risalire nei sondaggi potrebbero per esempio essere modifiche per le pensioni, partendo dal nuovo piano sopra spiegato di prepensionamento con mini pensione, o la decisione di dare l’ok al nuovo bonus di 100 euro per coloro che percepiscono pensioni più basse, estendendolo anche ai dipendenti pubblici che percepiscono un reddito annuo entro i 26mila euro. In tal caso, però, si tratterebbe di un aumento di 20 euro rispetto al bonus di 80 euro che già percepiscono.

Una volta presentati i piani completi e dettagliati di lavoro del governo, inizieranno i confronti con le parti sociali e appena conosciuta la decisione della comunità sull’extra deficit, alla luce dei reali conti su cui si potrà lavorare, si potrebbe rimettere mano al Def con la definizione di eventuali nuove misure da inserire. E in quest’ultimo caso, le discussioni potrebbero protrarsi fino a dopo l’estate, considerando le discussioni vere e proprie sui provvedimenti da inserire nella prossima Manovra partiranno a settembre, ottobre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il