BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni Torino, Napoli, Milano, Roma sondaggi aggiornati oggi martedì a confronto tra diversi istituti.Chi vince Pd, M5S,Fi, Lega

Si profila il ballottaggio in quasi tutte le principali città italiane, ma non sono da escludere clamorose sorprese.




Tempo di sondaggi in vista delle elezioni comunali del 5 giugno che riguarderanno anche le importanti città di Torino, Napoli, Milano e Roma. In linea generale possiamo anticipare come a prevalere sia l'incertezza e che il ballottaggio tra i due candidati più votati possa essere una costante. La sola città tra le quatto in cui potrebbe bastare un solo turno potrebbe essere quella di Torino. Almeno secondo Emg, le cui rilevazioni raccontano di come Piero Fassino del Partito democratico sia in vantaggio sull'esponente del Movimento 5 Stelle Chiara Appendino e potrebbe perfino spuntarla al termine del conteggio dei voti del 5 giugno.

A Napoli il favorito è Luigi De Magistris, sindaco uscente, punto di riferimento di una serie di lista civiche che guardano a sinistra. Più precisamente, secondo i numeri di Winpoll, il primo cittadino della città partenopea raccoglierebbe tra il 47,5% e il 49,5%. Alle sue spalle ci sarebbero uno dietro l'altro Valeria Valente, candidata del Partito democratico, tra il 17% e il 19%; Gianni Lettieri del centrodestra tra il 15,5% e il 17,5%; Matteo Brambilla del Movimento 5 Stelle tra il 13% e il 15%; Marcello Taglialatela di Fratelli d'Italia tra l'1% e il 3% delle intenzioni di voto.

Secondo quanto rivelato da un sondaggio Tecne, nella città di Milano si profila un testa a testa tra Stefano Parisi del centrodestra, attualmente intorno al 37% dei consensi, e Giuseppe Sala del centrosinistra con il 37,5%. Più staccati Gianluca Corrado del Movimento 5 Stelle con il 18,2% dei voti e Basilio Rizzo, espressione di una serie di liste di sinistra, con il 5,4% dei voti.

Sicuramente combattuta è la battaglia a Roma dove a puntare al ballottaggio, stando a Emg, sono Virginia Raggi del Movimento 5 Stelle con il 28% del consensi, Roberto Giachetti del Partito democratico con il 24%, Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia e appoggiata dalla Lega con il 22%, Alfio Marchini, sostenuto anche da Forza Italia, con il 17%.

Il tutto mentre le elezioni amministrative di giugno, che coinvolgono 1.343 comuni, di cui 149 superiori ai 15.000 abitanti e 13,4 milioni di cittadini, si terranno solo domenica 5, e non in due giorni, come aveva proposto in un primo tempo il ministro dell'Interno, Angelino Alfano. Gli eventuali ballottaggi restano fissati per il 19. Rientra, quindi, con una sorprendente marcia indietro, l'ipotesi di una doppia giornata elettorale, con le urne aperte anche lunedì 6.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il