BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2016 prima rata, 730 2016 precompilato, canone Rai 2016 autocertificazione in ritardo: come fare adempimenti fiscali

Tempo di scadenze discali per i contribuenti italiani. Il primo adempimento è quello della prima rata di Tasi e Imu.




Tempo di scadenze fiscali per i contribuenti italiani tra la prima rata di Imu e Tasi 2016 alla trasmissione del modello 730 precompilato fino ad attivare alla prima rata del canone Rai alle porte. Il prossimo appuntamento è comunque quello del 16 giugno, giorno entro il quale i possessori di una casa diversa dalla prima (a meno che non sia di lusso) dovranno versare il 50% della somma annuale complessiva di Imu e Tasi. L'Imu si applica sulla componente immobiliare del patrimonio e accorpa l'imposta sul reddito delle persone fisiche, le relative addizionali dovuti in relazione ai redditi fondiari su beni non locati e la vecchia imposta comunale sugli immobili. Una quota Tasi compresa tra il 10 e il 30% per le seconde case è a carico dell'inquilino.

Per il versamento della rata Imu e Tasi si potrà continuare a utilizzare il modello F24 oppure il bollettino postale, ma se si superano i 1.000 euro è obbligatorio pagare le imposte col canale telematico. I codici tributo Imu sono 3912 per abitazione principale e pertinenze (evidentemente solo categorie catastali A1, A8 e A9); 3914 per terreni; 3916 per aree fabbricabili; 3918 per altri fabbricati; 3925 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, allo Stato; 3930 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, al Comune. Quelli Tasi sono 3958 su abitazione principale e pertinenze; 3959 su fabbricati rurali strumentali, 3960 su aree fabbricabili, 3961 su altri fabbricati.

Sono in corso anche le operazioni del 730 2016 precompilato. Rispetto alla versione dello scorso anno occorre tenere conto di una serie di novità e di cambiamenti, ricordando che la data finale per l'invio è il 7 luglio. Per scaricare il documento, lavori dipendenti e pensionati devono utilizzare le credenziali rilasciate per i servizi telematici dell'Agenzia compreso il codice Pin. Possono essere richieste sul sito agenziaentrate.gov.it, presso gli uffici territoriali delle Entrate o tramite l'app dell'Agenzia. L'accesso è consentito anche sfruttando il Pin dispositivo dell'Inps.

Il canone Rai 2016 si paga invece con la bolletta e sono scaduti i termini per presentare l'autodichiarazione per l'esenzione dell'imposta per tutto l'anno. Tuttavia se la dichiarazione sarà inviata entro il 30 giugno 2016 avrà valore solo dal primo luglio al 31 dicembre 2016 e si è quindi tenuti a pagare per il primo semestre. Infine, la dichiarazione presentata dal primo luglio al 31 gennaio 2017 vale per tutto il 2017, ma non per il 2016. La possibilità è duplice: per via telematica (anche con PEC a cp22.sat@postacertificata.rai.it) o via posta tradizionale all'indirizzo Agenzia delle entrate - Ufficio Torino 1 - Sportello abbonamenti TV - Casella postale 22 - 10121 Torino. In questo caso, si fa presente, la dichiarazione si considera presentata nella data di spedizione risultante dal timbro postale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il