BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Canone Rai 2016 come richiedere sanatoria e ricorsi per problemi e regole invalide. E come fare autocertificazione in ritardo

Chi e come può presentare domanda di esenzione Canone Rai 2016 in ritardo e come richiedere e avere rimborsi: regole e procedure




Mentre ci sono ancora risposte da dare ai contribuenti per chiarire come chiedere l'esenzione dal pagamento del Canone Rai 2016 e sulle novità in vigore da quest'anno, il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato il via ad un sondaggio online per sapere cosa pensano gli italiani del servizio Rai e come eventualmente lo cambierebbero. Per partecipare al sondaggio basta collegarsi al link http://cambierai.gov.it/ e rispondere ad una serie di domande scegliendo tra le diverse alternative proposte. Si tratta solo dell’ultima iniziativa riguardante il Canone Rai 2016 per cui è possibile ancora presentare la domanda di esenzione. Il termine per l’invio dell’autocertificazione è in realtà scaduto lunedì scorso 16 maggio ma si può ancora inviare la richiesta che, tuttavia, comporterà l’esenzione solo a partire dal secondo semestre dell’anno.

In particolare, chi ha inviato l’autocertificazione entro il 16 maggio non pagherà il Canone già a partire da luglio; chi, invece, la presenterà entro il 30 giugno non pagherà nel secondo semestre solare dell’anno; e chi invierà l’autocertificazione dal primo luglio 2016 ed entro il 31 gennaio 2017 non pagherà il Canone Rai per l’anno 2017. Il costo del Canone quest’anno è di 100 e il primo addebito arriverà con la bolletta della luce del prossimo mese di luglio e sarà di 60 euro.

Il modello da compilare per non pagare il Canone è ancora disponibile sui siti di Agenzia delle Entrate, Mef e Rai e deve essere inviato sempre o online sul sito delle Entrate o con raccomandata all’indirizzo Agenzia delle Entrate, ufficio di Torino 1, S.A.T. - Sportello abbonamenti tv, casella postale 22, 10121, Torino. Per evitare di pagare il Canone Rai due volte, visto che deve essere versato solo una volta, bisogna compilare il quadro B del modello nel caso in cui in un nucleo familiare vi siano due bollette della luce intestate a due diversi membri della famiglia, ma per chi non ha inviato in tempo l’autocertificazione c’è la possibilità di richiedere il rimborso di uno dei due pagamenti effettuati.

come chiedere il rimborso o fare la sanatoria per riavere quanto versato e non dovuto? Per farlo basta compilare l’autocertificazione, anche se in ritardo, che esonererà dal pagamento del Canone nel secondo semestre solare e permetterà contestualmente di avere il rimborso relativo ad un’unica utenza in riferimento al primo pagamento di luglio. Il rimborso della parte di canone Rai pagata, sia per coloro che hanno un doppio addebito, sia per chi ha inviato in ritardo l’autocertificazione appartenete alla categorie di coloro che è esente dal pagamento del Canone come chi non possiede una tv, anziani di età superiore ai 75 anni, invalidi degenti in case di riposo che non hanno una tv nella loro casa privata, eredi che sono già titolari di un fornitura elettrica su cui viene addebitato un Canone Rai e che on devono dunque pagarne un altro, seppur in via transitoria, proprietari di seconde case e titolari di due bollette, giacchè il Canone si paga una sola volta, avverrà tramite un rimborso in bolletta.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il