BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie ritornano decisivi scelta obiettivi e priorità per mini pensioni, quota 100, quota 41

Le scelte sulle novità per le pensioni vanno inquadrate anche alla luce delle decisione in materia di politiche fiscali.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:36): Ci sono anche le novità per le pensioni al centro dei lavori di Palazzo Chigi, ma ogni decisione deve essere inquadrata nel più ampio contesto degli equilibri economici che non consentono grandi spese. La conferma arriva dalle ultime e ultimissime notizie, secondo cui l'esecutivo sta studiando anche un piano di revisione delle norme fiscali grazie al temporaneo allentamento dei rigidi vincoli dei patti comunitari sul bilancio concessi da Bruxelles. Nei prossimi giorni il quadro potrebbe finalmente diventare più chiaro

Soprattutto dopo la concessione dell'extra deficit, i margini di manovra per intervenire sulle novità per le pensioni diventano naturalmente più ampi. Ma sarebbe un errore non incasellare questa misura nel più complesso puzzle dei conti pubblici e di cambiamenti nei principali settori chiave del Paese. La coperta economica continua infatti a rimanere corta e vincolata a condizioni ben precisa. Di conseguenza è inevitabile che i prossimi passi terranno conto sia delle necessità economiche, ma anche di equilibri politici. Andando più nelle specifico, nell'agenda dell'esecutivo ci sono le mini pensioni con penalizzazioni e forse senza interessi.

Si tratta di un misura che prevede un taglio tra l'1 e il 3% per ogni anno di anticipo con la possibilità di arrivare eventualmente a quota 4% per gli assegni più elevati. Le penalizzazioni sull'assegno previdenziale non saranno dunque uguali per tutti ovvero saranno progressive in base al reddito Il finanziamento sarà garantito in gran parte da banche e assicurazioni ma è previsto comunque un costo per circa 1 miliardo di euro. Non si tratta comunque di uno strumento per tutti. I destinatati dovrebbe inizialmente essere coloro che sono nati tra il 1951 e il 1953 ma progressivamente potrebbero essere coinvolti tutti coloro che raggiungeranno i 63 anni e 7 mesi ovvero a cui mancano tre anni prima dei requisiti pieni previsti dalle norme in vigore.

Secondo le prime simulazioni, su un assegno mensile di 1.500 euro si potrebbe arrivare a perderne fino a un terzo per un anticipo di tre anni, considerando la restituzione del prestito in 15 anni con un tasso fisso del 3,5%. Proprio l'applicazione di eventuali interessi è uno dei punti più controversi che sta raccogliendo critiche da più parti. Non mancano naturalmente le proposte alternative e le stesse imprese pagherebbero una quota per anticipare il pensionamento dei lavoratori. L'applicazione di quota 100, poi, è la più gradita tra chi aspetta di andare in pensione: età minima 62 anni, ad esempio, a cui aggiungere 38 anni di contributi. Per chi ha iniziato a lavorare in giovane età, pollice in su per quota 41 come soli anni di contribuzione versata.

Forme d'integrazione ai trattamenti bassi sono invocate anche per le pensioni future, calcolate con il metodo contributivo ovvero sulla base dei contributi versati e non della media delle retribuzioni degli ultimi anni di lavoro. Le misure sulle pensioni vanno dunque inquadrate anche alla luce delle politiche fiscali sia per le imprese e sia per i singoli contribuenti. Sotto il primo punto di vista, l'ipotesi attualmente in campo prevede un taglio strutturale del 4-6% dei contributi per i neo-assunti a tempo indeterminato. L'alternativa potrebbe essere una ulteriore proroga della decontribuzione per i nuovi occupati stabili. Il costo varia tra 1 e 1,5 miliardi di euro, si salirebbe a 8 miliardi di euro se il taglio è su tutti i contratti. In pista c'è anche il taglio dell'Irpef per i redditi medi o anche l'allargamento ai pensionati con la minima o gli assegni più bassi del ben noto bonus di 80 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il