BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie ulteriori spiegazioni Renzi stesso e impressioni Governo Renzi-sindacati mini pensioni, quota 41,quota 100

Questa mattina al via primo incontro tra governo e sindacati per novità per le pensioni: aspettative, cosa succederà e quali piani in ballo




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:36): Renzi stesso ha fatto una importante apertura alle forze sociali e sindacati aprendo di nuovo alle trattative e alla concertazione che sembrava una cosa vecchia e da evitare come spiegava in tante ultime notizie e ultimissime lo stesso Renzi. Ora, invece, per le novità per le pensioni sembra ritornare sui suoi passi, ma coem per le stesse novià per le pensioni rimane sul vago. E se fosse, come dicono alcuni commentatori, solo una mossa per il referendum visto che, comunque, le forze sociali rappresentano milioni di persone? Anche perchè unire le novità per le pensioni con metodi per uscire prima, gli sgravi per l'occupazione e il calo delle tasse è impossibile da fare tutto insieme

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:12): Il presidente del Consiglio ha enumerato tantissime argomenti e temi come investimenti, taglio imposte, aiuti per i più poveri, riordino agevolazioni, taglio imposte, nuove regole per professionisti e ha parlato come abbiamo visto anche delle novità per le pensioni aprendo anche, cosa che non aveva mai fatto, a chi ha fatto occupazioni faticose come nella mattina aveva aperto a quota 41, cosa mai fatta, ma a domanda diretta, il Responsabile del Dicastero dell'Occupazione. Ma nonostante queste aperture, alla fine lo stesso Renzi ha detto che sono troppe le novità da intraprendere e che si dovrà fare una scelta. e secondo noi la scelta sarà quella sulle imposte con benefici anche per le pensioni da cpire perchò per chi e come. Il resto lo vediamo al momento tutto molto, molto difficile comprese le novità epr le mini pensioni che pur non piacevano

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:28): Nel pomeriggio odierno dopo le novità per le pensioni del Governo Renzi date dopo la riunione con le forze sociali ha parlato direttamente il Presidente rispondendo alle domande di alcuni utenti online come riportato nelle ultime notizie e ultimissime spiegando in sintesi che:

- le novità per le pensioni si faranno principalmente con il sistema delle mini pensioni se si faranno, ma, comunque, diversi strumenti sono in analisi.
- le novità per le pensioni hanno anche il grave problema di chi ha fatto occupazione faticose, ma occorre trovare metodi giusti
- le novità per le pensioni sono fra le tante cose che si studiano dei tanti temi su cui fare qualcosa e ci si ha dati il tempo della manovra per capire se si potrà fare qualcosa, che cosa oppure nulla
- le novità per le pensioni potrebbero riguardare le imposte, così come la riduzione delle tasse per famiglie e aziende.

Insomma, anche facendo un confronto con quello detto dopo la riunione con le forze sociali, forse, l'unico punto convergente sono la crescita delle pensioni più basse

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:50): E' da sottolineare, comunque, per non creare false speranze, è che dopo aver enunciato tutti i passaggi, ma soprattutto i temi per le novità per le pensioni che si tratteranno, il responsabie dell'occupazione ha precisato che tutto rientrerà nella manovra e che quindi l'ultima parola spetterà al tesoro e alla Ragioneria di Stato. E lo ha precisato dopo aver parlato di quota 41 dicendo che è un grave problema e che non è stato creato dal suo governo, e che or dipende dai soldi disponibili come già detto nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:32): Nuovi dettagli dalle spiegazioni sempre del responsabile dell'Occupazione sulle novità per le pensioni dalle ultime notizie e ultimissime:

- novità per le pensioni si farà un verbale della riunione odierna e si decideranno i prossimi incontri
- novità per le pensioni tra i temi trattatati non ci sarà solo mini pensioni, ma anche quota 41, ricongiunzioni gratuite e semplificate e aumento rivalutazioni pensioni
- novità per le pensioni si ridiscuteranno nell'arco di due settimane circa


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:55): E' appena terminato l'incontro, la riunione tra Governo Renzi e sindacati e vi è stato un breve resoconto dal responsabile dell'Occupazione che ha spiegato come non si è avanzato in nulla in termini di metodi e sistemi, dunque per quota 100, mini pensioni, quota 41 e non si è parlato di risorse. E' stata una riunione tranquilla e positiva, dai toni pacati da cui si è deciso di intraprendere un iter doppio da una parte un tavolo sulle novità per le pensioni, dall'altro sull'occupazione. Aspettiamo ulteriore novità e ultime notizie e ultimissime  ve le daremo con i prossimi aggiornamenti appena disponibili

E' in programma questa mattina , martedì 24 maggio, verso le 10, l'incontro, tanto atteso, tra governo e sindacati, di cui novità e ultime notizie appena disponibili , probabilmente il primo di una lunga serie, destinato a trovare soluzioni condivise per l'attuazione di novità sulle pensioni. Presenti all'incontro il responsabile del Dicastero dell'Occupazione, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, ma non ci sarà il presidente dell'Istituto di Previdenza. Al centro dell'incontro, come immaginabile e come confermano le ultime notizie, eventuali novità per le pensioni soprattutto perchè collegate al lavoro e per sostenere categorie di occupati che stanno pagando pesantemente l'entrata in vigore della legge attuale.

Di certo si parlerà del nuovo sistema di uscita prima basato sulla mini pensione che, secondo quanto specificato in questi ultimissimi giorni dal ministro dell'Occupazione, potrebbe diventare una novità strutturale, considerando però le diverse categorie di persone che chiedono l'anticipo di uscita dal lavoro, partendo dai disoccupati, e con penalizzazioni modulate che verranno definite sulla base del reddito pensionistico percepito da ogni singolo lavoratore perchè, alla luce delle oggettive differenze sociali esistenti, non è possibile definire penalità uguali per tutti.

L’incontro di oggi si preannuncia importante e fondamentale anche se vi si arriva piuttosto divisi, sia per quanto riguarda le forze politiche del governo sia tra le stesse forze sociali, tra chi spinge sull’attuazione in tempi brevi di novità per le pensioni, spaziando tra richieste di piani di mini pensione o quota 100 e quota 41 ma senza penalità, e chi, invece, ritiene che un intervento significativo, almeno in partenza, possa essere quello di mettere a punto detrazioni fiscali per lavoratori e pensionati, decisione che rappresenterebbe un primo impegno da parte dell’esecutivo a dimostrare concretamente la volontà di cambiare effettivamente qualcosa per il mondo del pensionati. L’incontro potrebbe dunque essere avvio di una serie di incontri che non si preannunciano certo facili, considerando le differenze di posizioni e la domanda che ancora una volta ci si pone è se effettivamente si riuscirà a stabilire qualche reale novità per le pensioni entro la fine dell’anno?

La risposta potrebbe essere piuttosto semplice, vale a dire sì se si trovassero tutte le coperture necessari e si riuscisse a mettere a punto una soluzione universale e condivisa da tutti, cosa al momento ancora ben lontana dall’essere raggiunta. Se, infatti, tra le forze sociali che chi chiede con forza novità per le pensioni in riferimento soprattutto alla revisione dei requisiti per l’uscita e chi si ‘accontenterebbe’ di detrazioni e agevolazioni fiscali ai pensionati, tra le forze politiche c’è chi sostiene il nuovo sistema basato sulla mini pensione con penalità modulate e coinvolgimento degli istituti di credito; chi, come per esempio Lega e M5S insieme al Gruppo ristretto per le pensioni, spinge su piani come quota 100 o quota 41, soprattutto per aiutare coloro che sono entrati prestissimo nel mondo del lavoro e chi svolge attività faticose, ma anche sull’uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalità fino ad un massimo dell’8% se si decide di anticipare l’uscita dal lavoro di quattro anni; e chi, come il Ministero dell’Economia, potrebbe rimandare ancora novità per le pensioni, preferendo concentrarsi prima su piano di taglio delle tasse e definizione di misure a sostegno di chi si è ritrovato senza lavoro ma non può percepire ancora una pensione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il