BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie su quota 41, mini pensioni,quota 100 dettagli ulteriori Governo Renzi novitÓ nulle tranne che imposte

Taglio delle imposte per le pensioni pi¨ basse torna ad essere preferito a novitÓ per le pensioni di uscita prima: cosa fare e cosa aspettarsi




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:52):  In che modo la situazione potrebbe cambiare in maniera sostanziale per le novità per le pensioni, difficile da dirsi. Si potrebbe pensare ad una serie di metodi e sistemi più semplici ma anche maggiormente riduttivi o una situazione di vera crisi di voti non tanto nelle amministrative ma nel prossimo referendum che è sempre molto in bilico come riportano le ultime notizie e ultimissime. In quel caso si potrebbe pensare a qualcosa di più concreto per le novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:16): D'altra parte il calo delle imposte fa parte della strategia generale e delle priorità del Governo Renzi che le novità per le pensioni le aveva annunciate nel suo primo crono-programma solo per il 2018. Non solo. La maggioranza è d'accordo su queste novità per le pensioni solo fiscali, l'opposizione interna accetterebbe come un primo passo così come le forze sociali e l'Ue così come altri organismi mondiali sarebbe d'accordo e non per ultimo Confidustria. Quindi, verosilmente il dado pare tratto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:13):  Dunque la visione più certa in questo momento nonostante le tante ultime notizie e ultimissime, ma dove sembrano convergere tutti gli esponenti del Governo Renzi sulle novità per le pensioni e i numeri dei bilanci che vengono fatti è la seguente. Non ci saranno:

- novità per le pensioni praticamente nulle con mini pensioni attuali che verranno sospese al momento perchè come realizzate sarebbero inutili
- novità per le pensioni quota 100 non considerate perchè troppo costose
- novità per le pensioni quota 41 e occupazione faticose pur dopo timide aperture sospese

SIcuramente ci sarà il calo delle imposte sulle novità per le pensioni perchè siamo la nazione con la tassazione più alta e molti nostri concittadini vanno all'estero e fa parte poi di una strategia comune.

Quello che potrebbero essere approvato come novità per le pensioni potrebbero essere delle piccole facilitazioni per l'uscita come abbiamo visto sotto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:44): Se il taglio delle imposte dovesse avvenire per tutti, o come più precisamente si afferma nelle ultime notizie e ultimissime, per la fascia media e quella inferiore, si avrebbe come novità per le pensione fiscale un calo degli stessi punti percentuali per le pensioni stesse che ricadono in quella fascia. Altrimenti, se vi fosse una una novità per le pensione ad hoc fiscale, come una detrazione o esenzione particolare, si ritornerebbe a parlare dei famosi 100 euro solo per quelle più basse, ma si salterebbe tutta la parte mediana.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:45) Dunque in un primo scenario vi sarebbe solo il taglio delle imposte come novità per le pensioni mentre in un secondo scenario questo sarebbe accompagnato da una serie di novità per le pensioni di portata limitata, ma comunque valide come abbiamo visto nelle ultime notizie e ultimissime.  Spunta a questo punto il secondo quesito. Se sembra chiaro che il taglio delle imposte verrà fatto, come avverrà per chi e quando sempre a livello di pensioni? Anche in questo caso vi sono almeno due scenari differenti che vedremo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:12): Dunque tagliare le imposte sarebbe una novità per le pensioni e più in generale per tutti gli occupati la strategia e la priorità che il Governo Renzi avrebbe in mente con la quale far crescere l'economia, mentre per aumentare i posti di lavoro si starrebbe lavorando ad una decontribuzione fissa. E le tante novità per le pensioni per chi deve uscire prima? Al momento sarebbe bloccate o perlomeno potrebbero passare alcune minime in questa strategia adottata ovvero:

- novità per le pensioni con mini pensioni ma probabilmente limitate a chi è senza occupazione da molto tempo
- novità per le pensioni con ricongiunzione gratis e semplificata
- novità per le pensioni con semplificazione anni scolastici

D'altra parte nel programma del Governo Renzi si era sempre parlato del 2017 come l'anno delle imposte e il 2018 forse delle novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:12): Il taglio delle imposte come novità per le pensioni è probabilmente quella più semplice in quanto non cambia nulla nall'attuale norma, da dei benefici, fa bene al consenso anche per quanto riguarda l'opposizione interna (ricorderete quando Cuperlo diceva se le aumento, mi alzo in piedi e applaudo) e farebbe parte della strategia principale sulle imposte che il Governo Renzi sembra aver deciso. E poi da tutte le fonti si dice di diminuire le imposte, quindi avrebbe il benestare di tutti. Ma i dubbi rimangono e sono molti anche perchè non si risolve uno dei problemi principali delle novità per le pensioni ovvero uscire prima e non creare tappo su occupazione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:10): Tanti sono gli elementi su cui il Governo Renzi deve decidere anche perchè li ha prannunciati nelle ultime notizie e ultimissime e non solo le novità per le pensioni. Ed è una scelta di strategia economica, come far ripartire l'economia della nazione in modo particolare i consumi interni, gli investimenti e con esse l'occupazione. Un piano che potrebbe costare intorno ai 10 miliardi e lasciando così poco spazio alle novità per le pensioni per quota 100, quota 41 o le stesse mini pensioni, ma che ne potrebebro beneficiare anch'esse, e sarà sicuramente così, con un aumento del valore. Da capire come, quando e quanto e per chi e se una scelta strategica giusta. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:22): tante sono le decisioni che in questa manovra potrebbbero rientrare ma ci sono dei chiari limiti anche evidenziati nelle ultime notizie e ultimissime. Limiti di risorse chiaramente, non si può fare tutto. E le novità per le pensioni saranno sacrificate nuovamente? Forse non del tutto, ma la parte che importa e attesa da tanti pensionandi rischia e non poco.

Le discussioni di questi ultimi giorni sulle novità per le pensioni si sono essenzialmente concentrate soprattutto sul nuovo sistema di uscita prima basato sulla mini pensione, annunciato dal premier, sostenuto dal responsabile del Dicastero dell’Occupazione, che ha annunciato una modulazione delle penalizzazioni che non possono essere uguali per tutti, e da diversi esponenti dell’esecutivo, mentre altre forze politiche lo hanno fortemente criticato insieme ai cittadini, lavoratori e pensionandi, diretti interessati. E così tra i diversi piani in discussione che insieme a questo nuovo prevedono anche sistemi con quota 100, quota 41, mini pensione, uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni massime dell’8%, sembra invece ritornare la preferenza sul taglio delle imposte per le pensioni prima di ogni altra modifica.

Nonostante si tratti di una misura spinta da tanti, come confermano le ultime notizie, è una novità che, contrariamente a piani di uscita prima, non servirebbe a rilanciare l’occupazione giovanile, che si tradurrebbe anche in una maggiore produttività e rilancio dell’economia in generale, né tanto meno contribuirebbe ad un miglioramento delle condizioni economiche perché sarebbe una misura destinata esclusivamente a coloro che percepiscono le pensioni più basse. Sarebbe, dunque, un intervento socialmente utile e che potrebbe iniziare a ristabilire equità ma che non creerebbe un circolo positivo, come farebbero le novità per le pensioni di uscita prima con il turn over.

Ma la confusione su ciò che si intende fare per le pensioni è tanta: tagliare le pensioni cosiddette d’oro calcolate con vecchio sistema retributivo erogate agli alti esponenti istituzionali (per ristabilire equità sociale e recuperare nuove risorse economiche che potrebbero essere poi impiegate per ulteriori cambiamenti per pensioni stesse o welfare) fissando una nuova soglia oltre la quale la pensione viene considerata d’oro, alla luce del fatto che ci sono persone che percepiscono fino a 90mila euro al mese contro milioni di pensionati che ne percepiscono appena 500 come confermato dalle ultime notizie; anticipare l’uscita dal lavoro per tutti, possibilmente senza penalizzazioni o con penalità modulate in base ai redditi, esattamente come si sta pensando di fare con il nuovo sistema di uscita prima basato sulla mini pensione, agire sulle detrazioni fiscali per i pensionati, introdurre l’assegno universale per tutti, avviandosi su un reale percorso di definizione di novità per le pensioni condivise e capaci di superare le divisioni sia politiche, all’interno dello stesso partito di maggioranza e con le opposizioni.

Probabilmente tutte le misure sopra riportate saranno decisamente impossibili da approvare contestualmente e contemporaneamente magari entro quel limite della prossima Manovra 2017 di fine anno, eppure agendo per il bene comune qualcosa si potrebbe iniziare certamente a fare, valutando, come in tanti dicono, innanzitutto le disponibilità economiche, quindi sistemi dai quali recuperare eventuali soldi ulteriori e mettendo a punto novità per le pensioni fattibili e possibilmente per tutti, in modo da evitare ulteriori discriminazioni. Ma quale potrebbe essere la novità sostenuta da tutti, tra governo e forze sociali, e per tutti? La questione in merito è ancora piuttosto aperta e, considerando ciò che riportano le ultimi notizie tra scontri, divisioni e differenze di piani che si vorrebbero attuare, difficilmente sarà chiusa in breve tempo.

In discussione restano sempre quei piani di uscita prima con quota 100, a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalità del 2% annue, e quota 41, rilanciati da alcune forze politiche, come l’opposizione interna, il M5S, la Lega ma anche Ncd; parte del governo e Ministero dell’Occupazione sostengono il nuovo meccanismo basato sulla mini pensione, non troppo costoso (circa un miliardo di euro) che però sarebbe limitato ai nati tra il 1951 e il 1953 per quest’anno, per poi essere cambiato ogni anno in riferimento alle fasce di età per poter coinvolgere volta per volta gli over 63 permettendo loro di andare in pensione qualche anno prima rispetto all’attuale soglia dei 66 anni che, è bene dirlo, a gennaio 2019 salirà ancora e per allora bisognerà rimodulare anche il meccanismo di uscita di questo sistema perché se il principio è permettere l’anticipo pensionistico di tre anni, salendo l’età pensionabile a 67 anni, chi decide di andare in pensione prima, restando il limite dei tre anni, dovrebbe farlo a 64 e non più a 63.

Insieme allo studio sulle future fasce di età da coinvolgere nel sistema basato sulla mini pensione, sarebbero state definite al momento penalizzazioni graduali e modulate sul valore del reddito percepito dal lavoratore, che oscillerebbero tra l’1 e il 3% e con possibilità di arrivare anche al 4%, o come riportano le ultime notizie al 5%, per chi percepirebbe pensioni più elevate, e deciso il coinvolgimento degli istituti di credito che dovrebbero erogare la mini pensione per l’uscita prima e che la riceveranno restituita dal lavoratore una volta maturati i normali requisiti pensionistici attraverso minime trattenute (ancora da quantificare) sulla pensione finale erogata regolarmente dall’Istituto di Previdenza. Come sopra detto, questo piano non piace a molti e soprattutto a lavoratori e pensionandi che, chiaramente, non ne trarrebbero alcun vantaggio, considerando penalizzazioni prima e trattenute dopo per soli tre anni di anticipo, per cui è ovvio che bisognerebbe trovare una soluzione alternativa.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il