BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Sondaggi Napoli, Bologna, Milano, Torino, Napoli M5S, Pd, Fi, Lega aggiornati seppur vietati. E su alcuni sondaggi accuse falsità

L'importanza di fare riferimento ai soli sondaggi attendibili per conoscere le reali intenzioni di voto alle comunali.




AGGIORNAMENTO: Sono finalmente partiti i sondaggi clandestini come ogni anno. I primi risultati aggiornati oggi giovedì 26 Maggio 2016 li trovate in questo articolo al seguente link diretto. E presto ne arriveranno degli ulteriori

Come capita per ogni appuntamento elettorale, anche questo con le comunali del 5 giugno in cui sono coinvolte anche le città di Milano, Roma, Napoli, Torino, Bologna, è caratterizzato dalla diffusione di un numero imprecisato sondaggi. Questa è infatti una chiamata alle urne in cui ogni singolo voto avrà un peso decisivo nei rapporti di forza tra Partito democratico, Movimento 5 Stelle, Lega, Forza Italia. Ma occorre sempre molta attenzione e distinguere i sondaggi attendibili da quelli che non lo sono. Anche perché per effettuare una rilevazione del voto che abbia un effettivo valore occorre investire molto denaro e tempo per verificare la veridicità delle risposte degli intervistati.

Secondo i più recenti dati raccolti da Demos & Pi per il quotidiano la Repubblica, a Milano con Giuseppe Sala (Partito democratico, Lista Beppe Sala-Noi Milano, Sinistra x Milano, altri) è dato al 39,2%, Stefano Parisi (Lista civica Parisi - io corro per Milano, Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia, Milano popolare, altri) al 35,8%, Gianluca Corrado (Movimento 5 Stelle) al 13,3%, Basilio Rizzo (Milano in Comune - Sinistra e Costituzione) a 7,1%.

A Roma Virginia Raggi (Movimento 5 Stelle) sarebbe al 30,5%, Roberto Giachetti (Partito democratico, Lista civica Giachetti sindaco, Più Roma-Popolari e democratici, altri) al 24,5%, Giorgia Meloni (Fratelli d'Italia, Lega Nord-Noi con Salvini, altri) al 23,1%, Alfio Marchini (Lista Alfio Marchini sindaco, Forza Italia, Roma popolare, Lista Storace) all'11,4%; Stefano Fassina (Sinistra x Roma, Lista civica per Fassina sindaco) all'8,1%. A Napoli Luigi De Magistris (Napoli in comune a sinistra, Lista Dema, La Città con De Magistris, altri) sarebbe al 42,1%, Gianni Lettieri (Forza Italia, Prima Napoli, altri) al 19,7%, Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) al 17,3%, Valeria Valente (Pd, Valeria Valente sindaco, Napoli popolare, altri) al 16,4%, Marcello Taglialatela (Fratelli d'Italia, altri) al 4,1%.

A Torino Piero Fassino (Pd, Lista civica per Fassino, altri) sarebbe al 42,5%; Chiara Appendino (Movimento 5 Stelle) al 23,1%, Osvaldo Napoli (Forza Italia, altri) al 9,9%, Roberto Rosso (Udc-Area popolare, altri) al 7,5%, Alberto Morano (Lista Morano sindaco, Fratelli d'Italia, Lega Nord) al 7,3%, Giorgio Airaudo (Torino in Comune - La sinistra, Ambiente Torino per Airaudo sindaco, altri) al 7,3%. Infine, a Bologna, Virginio Merola (Pd, Cittadini per Bologna, Città comune con Amelia, altri) sarebbe al 49,8%, Lucia Borgonzoni (Lega Nord, Uniti si vince, Forza Italia, Fratelli d'Italia, altri) al 17,7%, Massimo Bugani (Movimento 5 Stelle) al 16,5%, Manes Bernardini (Insieme Bologna) al 10,3%, Federico Martelloni (Coalizione civica) a 4,7%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il