BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sondaggi elezioni Torino, Milano, Bologna, Roma, Napoli comunali oggi venerdì aggiornati M5S, Fi, Lega, Pd pur vietati e ufficiali

Per capire come sta andando avanti la caccia al consenso in vista delle elezioni del 5 giugno occorre fare riferimento ai sondaggi clandestini.




AGGIORNAMENTO: Quali sono le differenze tra gli ultimi sondagi clandestini che iniziano ad essere presenti in maniera crescente sul web come gli anni precedenti per le comunali e ammnistrative 2016 rispetto agli ultimi ufficiali?. Andiamo a vedere e capire le differenze rispetto agli ultimi ufficiali e chi vince tra M5S, Pd, Lega, Forza Italia, Udc, Liste civiche e aktre coaliazionie aortiti a Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna

Questi sono i giorni dei sondaggi clandestini sulle elezioni comunali del 5 giugno nelle città di Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna. Quelli ufficiali sono vietati ovvero non possono essere resi pubblici. Ecco allora che il sito scenaripolitici.com li maschera sotto forma di previsioni di vendita di auto e i rapporti di forza che individua sono in linea con quelli delle ultime rilevazioni ufficiali. A Roma, per esempio, viene data in testa Bugrilli ovvero Virginia Raggi del Movimento 5 Stelle con 29.100 auto. Dietro di lei con 24.500 auto la francese Renzault, che non è altro che il Partito democratico e dunque il suo candidato Roberto Giachetti, appoggiato anche da Lista civica Giachetti sindaco, Più Roma-Popolari e democratici, altri.

A Milano, le previsioni più ottimistiche sono quelle per Renzault, con 39.000 auto sulla via della vendita, grazie a Giuseppe Sala (Partito democratico, Lista Beppe Sala-Noi Milano, Sinistra x Milano, altri). Dietro di lui con 37.600 auto la nostrana Silfiat ovvero Stefano Parisi (Lista civica Parisi - io corro per Milano, Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia, Milano popolare, altri).

A Napoli con 42.300 auto che si prevede di vedere c'è Demarcedes, "che già aveva venduto un sacco 5 anni fa, col modello Classe LDM" davanti a tutti. Si tratta del sindaco uscente Luigi De Magistris (Napoli in comune a sinistra, Lista Dema, La Città con De Magistris, altri). Alle sue spalle con 20.200 la nostrana Silfiat ovvero Gianni Lettieri (Forza Italia, Prima Napoli, altri): "Con il medesimo modello aveva tentato, invano, di raggiungere la quota di mercato più alta nel 2011".

A Torino si profila il ballottaggio per via delle 41.800 auto per la francese Renzault, che "sperava di raggiungere quota assoluta di vendite, ma gliene occorrono altre 9.000". Si tratta di Piero Fassino (Partito democratico, Lista civica per Fassino, altri), anch'egli sindaco uscente come il collega di Napoli. Arriva a 26.000 Bugrilli, Chiara Appendino (Movimento 5 Stelle), "un risultato in linea con le buone performance di vendite torinesi". Infine, a Bologna con 48.200 si va verso la conferma di Renzault, "che sperava pure lei di raggiungere quota assoluta di vendite". Il riferimento va a Virginio Merola (Pd, Cittadini per Bologna, Città comune con Amelia, altri) davanti a Lucia Borgonzoni (Lega Nord, Uniti si vince, Forza Italia, Fratelli d'Italia, altri), Massimo Bugani (Movimento 5 Stelle), Manes Bernardini (Insieme Bologna), Federico Martelloni (Coalizione civica).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il