BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Concorso scuola risposte, domande prova scritta infanzia e tracce, soluzioni, domande,impressioni,prova inglese (in aggiornamentp)

Ultimi giorni del concorso per docenti. Sono adesso interessati i candidati alla scuola primaria e alla scuola dell'infanzia.




AGGIORNAMENTO: Tutti gli aggironamenti della prova scritta di infanzia del concorso scuola li stiamo pubblicando in questo ARTICOLO AL SEGUENTE LINK DIRETTO

AGGIORNAMENTO: Dopo gli aggiornamenti che abbiamo dato ieri, oggi vi è il nuovo concorso scuola per l'infanzia con la prova scritta appunto per l'infanzia martedì 31 Maggio. I risultati, le tracce, le impressioni, le domande e le risposte e le soluzioni giuste le pubblicheremo man mano appen le rcieveremo.

AGGIORNAMENTO: Si parte oggi con la prova del concorso scuola per la primaria lunedì 30 Maggio 2016. Vi daremo gli aggiornamenti in tempo reale sulle tracce, domande, risultati, prove, tracce corrette comne sempre appena disponibili.

Battute finali del concorso scuola per insegnanti. Domani lunedì 30 maggio 2016 è il giorno dei candidati alla scuola primaria mentre martedì è il turno della scuola dell'infanzia. Naturalmente, come per tutti i concorsi che si rispettano, è già corsa a capire modalità di svolgimento, domande e risposte. Siti dedicati al mondo scolastico e gruppi dedicati su Facebook stanno già fornendo le prime indicazioni. Lo stesso faremo anche noi non appena saranno disponibili aggiornamenti su quanto accade nelle aule scolastiche.

Al candidato alle scuole dell'infanzia viene chiesto di dimostrare di possedere adeguate conoscenze e competenze ovvero gli viene chiesto di essere in grado di costruire "un ambiente educativo accogliente, sicuro, ben organizzato, capace di suscitare la fiducia dei genitori e della comunitaà; di adottare uno stile educativo ispirato "a criteri di ascolto, accompagnamento, interazione partecipata, mediazione comunicativa, con una continua capacità di osservazione del bambino, di sostegno e incoraggiamento all'evoluzione dei suoi apprendimenti".

Di più: il docente deve possedere adeguata competenze progettuali che "si esplicano nella capacità di dare senso e intenzionalità a spazi, tempi, routine e attività, promuovendo un coerente contesto educativo attraverso un'appropriata regia pedagogica"; capacità riflessive, orientate al "lavoro collaborativo, alla formazione continua in servizio, alla pratica didattica, al rapporto adulto con i saperi e la cultura"; capacità relazionali, finalizzate alla "costruzione di una comunità professionale ricca di relazioni, orientata all'innovazione e alla condivisione di conoscenze".

Diverso è il caso della scuola primaria, in cui il candidato deve saper progettare un percorso didattico nel quale ogni alunno può esprimere un ruolo attivo nel proprio apprendimento, sviluppare al meglio le inclinazioni, esprimere le curiosità, riconoscere e intervenire sulle difficoltà, assumere sempre maggiore consapevolezza di sé, avviarsi a costruire un proprio progetto di vita; promuovere l'alfabetizzazione di base attraverso l'acquisizione dei linguaggi e dei codici delle varie discipline, in un orizzonte allargato alle altre culture e all'uso consapevole dei nuovi media.

E ancora: saper predisporre un ambiente di apprendimento idoneo a promuovere esperienze significative, a valorizzare le conoscenze degli alunni, a favorire l'esplorazione e la scoperta, a incoraggiare l'apprendimento collaborativo, a promuovere la consapevolezza del proprio modo di apprendere, a realizzare attività didattiche in forma laboratoriale; attuare interventi finalizzati all'accoglienza e all'inclusione di ogni forma di bisogni speciali attraverso la predisposizione di percorsi personalizzati e individualizzati e l'adozione di specifiche strategie organizzative e didattiche; promuovere l'esercizio di valori e competenze inerenti la cittadinanza attraverso esperienze significative che consentano di apprendere il concreto prendersi cura di se stessi, degli altri e dell'ambiente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il