BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa terzo ciclo 2016 nuovo: novità della settimana tra ufficiali e prospettive ufficiose

Continua a essere problematico il rapporto tra concorso per insegnanti e Tfa, rispetto a cui gli abilitati chiedono l'assunzione diretta.




Non è da escludere che messe le prove scritte del concoro scuola per docenti alle spalle, l'attenzione possa adesso spostarsi sull'attivazione del terzo ciclo del Tfa 2016. La certezza è appunto la sua attivazione mentre si attendono conferme sulla disponibilità, rispetto a cui i posti sono circa 16.000 posti, di cui 11.328 per posto comune e 5.128 su sostegno. Più precisamente, per quanto riguarda il posto comune, sono 3.270 per la scuola secondaria di primo grado, 8.058 per quella secondaria di secondo grado. In merito ai posti sul sostegno, 392 all'infanzia, 1.749 alla primaria, 1.932 alla scuola secondaria di primo grado, 1.035 per quella secondaria di secondo grado.

Nel corso della settimana è emerso il rapporto tra concorso per insegnanti e Tfa, rispetto a cui gli abilitati chiedono l'assunzione diretta, senza passare da ulteriori prove. Ci sono poi le motivazioni dei giudici amministrativi che hanno ammesso con riserva al concorso candidati non abilitati: "La normativa primaria di riferimento del tutto legittimamente richieda (oltre al titolo di studio previsto per ciascuna classe di concorso) il possesso dell'abilitazione all'insegnamento quale ulteriore requisito necessario per essere ammessi ai concorsi di cui all'art. 400 del cit. D.Lgs. n. 297/1994".

Di conseguenza, "anche a quello di cui qui trattasi, bandito il 26 febbraio 2016 ai sensi del comma 114 della legge n. 107/2015 e che possa prescindersi da tale requisito solo nel caso in cui per quella specifica classe, non sia stato attivato e compiuto almeno un percorso abilitativo “ordinario” (nei sensi, sopra chiariti, di percorso aperto a tutti i soggetti muniti del titolo di studio richiesto)". In pratica si può fare a meno dell'abilitazione nel caso di mancata attivazione di un percorso abilitante ordinario.

Tra i punti interrogativi continua a esserci quello relativo alle classi di concorso. Tra le novità per il prossimo anno scolastico ci sono le classi di abilitazione A-23 per l'insegnamento di Lingua italiana per studenti di lingua straniera e A-53 Storia della musica; A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione, oltre a due nuove classi di concorso su materie tecnico-pratiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il