BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni Napoli, Torino, Roma, Milano, Bologna i programmi dei candidati e i sondaggi clandestini aggiornati oggi lunedì

Chi vincerà le comunali del 5 giugno a Napoli, Torino, Roma, Milano, Bologna: risultati sondaggi ad oggi e programmi candidati principali




Sfida serrata tra Giuseppe Sala e Stefano Parisi a Milano, vittoria alle porta per Virginia Raggi a Roma e pronti a riconfermarsi sulle loro poltrone da sindaci Fassino a Torino, Merola a Bologna e De Magistris a Napoli: queste le ultime notizie sui possibili risultati delle elezioni comunali che si terranno domenica prossima 5 giugno, all’indomani dei sondaggi, clandestini, aggiornati ad oggi lunedì 10 maggio. A parte la situazione ancora in bilico di Milano, dove ad oggi è ancora davvero difficile dire con certezza chi potrebbe vincere tra il candidato del centrosinistra Sala e il candidato del centrodestra Parisi, nelle altre principali città dove si terranno le amministrative sembra che le situazioni siano più o meno chiare.

Dalle corse clandestine, infatti, al Grand Prix di Roma Igor Rayon (Virginia Raggi candidata del M5S) continua a correre ben lontana dai concorrenti, da Giorgia Meloni ad Alfio Marchini. Tante le idee di lavoro della Raggi, dalla riqualificazione delle periferia ad rinnovo, rimessa in sicurezza e novità per la mobilità e la viabilità pubblica, a idee più particolari, come l’introduzione di una moneta complementare, da far circolare in città, da reinvestire per ottenere servizi da altri professionisti aderenti all’iniziativa, alla impossibile introduzione di una tassazione per i rom. Al Grand Prix di Milano, Fan Salle, Giuseppe Sala candidato del centrosinistra, Parisienne, Stefano Parisi candidato del centrodestra), corrono entrambi verso la vittoria e chi riuscirà a vincere tra i due?

Nonostante idee e schieramenti diversi, Sala e Parisi sarebbero entrambi ottimi sindaci per Milano e la differenza tra i due potrebbe essere giocata da una minima manciata di voti. Simili negli intenti anche i programmi elettorali dei due occupati, dalla riqualificazione delle periferie, a nuove misure per rilancio di lavoro e welfare in città, soprattutto indirizzate ai più giovani, al ripristino di legalità e sicurezza in ogni sua aspetto, compresa la soluzione delle occupazioni abusive delle abitazioni. A Torino, Bologna e Napoli con la riconferma dei sindaci uscenti certamente si seguirà la linea di lavoro finora adottata in tutte e tre le città, da una riqualificazione dei quartieri più disagiati, a misure di sostegno per le familie più in diffcoltà, a misure per rilancio di legalità in città e sicurezza per tutti, obiettivo quest'ultimo che è sempre più prioritario in tutte le grandi città italiane.

Le eventuali stime appena riportate di risultati sono confermate anche dai sondaggi clandestini aggiornati riportati da scennaripolitici.com, che ad oggi, lunedì 30 maggio, sempre in base ai risultati sulle vendite auto, a Milano, vedono Renzault, Giuseppe Sala candidato del Pd, e Silfiat, Stefano Parisi, candidato di centro destra sostenuto da Forza Italia, più o meno sullo stesso numero di auto vendute, circa 40mila.

A Roma, vedono Bugrilli, Virginia Raggi del M5S, in testa con circa 30mila auto vendute; a Napoli, vedono un record di vendite con circa 43mila auto vendute per Demarcedes, Luigi De Magistris, nelle ultime settimane sempre più in contrasto con la linea di governo del premier che è stato sopesso bersaglio dei suoi attacchi; e a Bologna, vedono Renzault, Virginio Merola del Pd, in testa con circa 50mila auto vendute, ben distante da Saablini, Lucia Borgonzoni, con 22 mila auto, e Bugrilli, Massimo Bugani del Movimento 5 Stelle, con 16 mila auto vendute. Anche a Torino è nettamente in testa per numero di vendite auto Renzault, Piero Fassino del Pd.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il