BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Governo Renzi colpito da accuse uguali Di Maio e Bersani

Le posizioni e gli attacchi da parte di Bersani e Di Maio nei confronti del governo Renzi e quali novità per le pensioni sostenute




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:07): La prima accusa si pensa di poter risolverla facendo un bando europeo o addirittura internazionale a cui qualsiasi istituto di credito potrà accedere in modo libero e trasparente che voglia partecipare a questa novità per le pensioni rappresentata dalle mini pensioni e offrendo gli interessi più bassi che pagherà lo Stato coem sembra confermato dalle ultime notizie e ultimissime. E anche per la terza accusa e la seconda fatta per le novità per le pensioni al Governo Renzi e che abbiamo visto sotto c'è una spiegazione che vedremo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:42): L'attacco che è avvenuto e che sta avvenendo coincide anche con in gran parte con le accuse per le novità per le pensioni, in modo particolare per le novità per le pensioni che il Governo Renzi vorrebbe portare avanti. Nelle ultime notizie e ultimissime, le critiche si possono suddividere in questo modo:

- pensioni novità con un sistema dove chi vuole andare in pensione deve indebitarsi con isituti di credito e assicurazioni, dando del nuovo business a questi ultimi.
- pensioni novità con un secondo e un terzo pilastro sempre più privato in favore sempre degli stessi soggetti finanziari indicati prima con nuove norme già presenti nel Dl Concorrenza e probabilmente in Manovra.
- pensioni novità privatistiche insieme alla privatizzazioni dei servizi di assistenza in un classimo modello anglossasone

In realtà le risposte a questi attacchi vi sono già stati dal Governo Renzi che ha provato a spiegare tutta la sua visione e come tali accuse per le novità per le pensioni e anche in generale siano infondate. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Una strana alleanza non di fatto ovviamente, ma sulle stesse convinzioni da parte di Di Maio e Bersani che criticano nelle ultime notizie e ultimissime, il Governo Renzi apportando delle motivazioni molto simili. E se dietro Di Maio, vi sono la Trezzi, di Battista e Tripiedi che stanno portando avanti le novità per le pensioni più nello specifico, così con Bersani per le novità per le pensioni vi sono Cuperlo, Gnecchi solo per fare due nomi. E le accuse che i due esponenti fanno al Governo Renzi sono le stesse che le stesse persone citate prima (soprattutto del M5S) hanno fatto per alcune delle diverse novità per le pensioni.

Mentre il governo Renzi continua ad annunciare novità per le pensioni, tra aumenti delle pensioni più basse, novità per le pensioni con mini pensione e nuovo eventuale sistema di recupero degli anni scolastici, ma anche con possibile ritorno alle quote, che sembrerebbe molto vantaggioso soprattutto per alcune categorie di lavoratori ma che sembra piuttosto difficile, le ultime notizie riferiscono, ancora, di duri attacchi al governo da parte dell’ex segretario Bersani e da Di Maio del M5S. Partendo da Bersani, l’attenzione si è concentrata soprattutto sui risultati raggiunti da questo esecutivo che mancano ancora di concretezza e secondo l’ex segretario è difficile che le cose si possano rimettere a posto in poco tempo. E’ necessario lavorare concretamente, seriamente e di concerto per riuscire a riportare l’Italia agli antichi fasti, ciò che il premier non avrebbe fatto finora la dimostrazione è che ogni misura approvata è sempre andato avanti da solo.

Bersani si è focalizzato sulla questione occupazione, sottolineando che i contratti a tempo indeterminato, nonostante le nuove norme lavorative, sono comunque diminuiti, l’occupazione giovanile è calata ancora, la produttività è bloccata e avrebbe bisogno di una nuova spinta, esattamente come è cresciuto il gap tra i più ricchi e coloro che percepiscono invece sempre meno. Proprio in relazione a questi ultimi due punti si potrebbe facilmente intervenire a partire dall’attuazione di novità per le pensioni che, tra sistema di quota 100, quota 41 o mini pensione, potrebbero essere in grado di rilanciare l’occupazione giovanile permettendo, allo stesso tempo agli impiegati da più tempo di raggiungere finalmente quell’agognata pensione che si allontana sempre più a causa delle nuove norme pensionistiche che hanno aumentato l’età pensionabile per tutti indistintamente. Inoltre, per garantire un’equità sociale che sembra ancora ben lontana si potrebbero innanzitutto aumentare, realmente, le pensioni più basse.

Critico nei confronti del premier Renzi anche Di Maio che ormai da settimane non risparmia attacchi a quanto fatto dall'attuale esecutivo, dicendosi pronto a presentarsi come valido sostituto del premier alla guida di un Paese a cui servirebbe effettivamente un rinnovamento. Da parte di Di Maio anche un attacco nei confronti della novità per le pensioni basata sulla mini pensione che secondo l’esponente del M5S altro non farebbe che sostenere le lobby degli istituti di credito, visto che si tratta di un sistema che permetterebbe di andare in pensione prima ai nati tra il 1951 e il 1953, anche se resta ancora da capire ufficialmente se saranno interessati tutti costoro o solo prima i disoccupati, poi coloro che percepiscono redditi più bassi e poi tutti gli altri, con penalizzazioni modulate proprio in base ai redditi pensionistici dei lavoratori, ricevendo un anticipo sulla pensione finale proprio da quegli istituti di credito cui la mini pensione dovrà essere restituita una volta che il lavoratore stesso avrà maturato la normale pensione che gli verrà erogata dall’Istituto di Previdenza.

Di Maio sostiene, inoltre, l’importanza di sostenere la previdenza, anche attraverso quel taglio delle elevate pensioni che percepiscono gli alti esponenti istituzionali e che da sempre rappresenta un obiettivo da parte del M5S. Di Maio, esattamente come tutti gli esponenti del M5S, sostiene la necessità di revisione dell’attuale legge pensioni con novità per abbassare l’età pensionabile ma anche rilanciando l’introduzione di quell’assegno universale per tutti che da sempre rappresenta il fiore all’occhiello del Movimento e che sembra effettivamente quasi un dovere ormai, considerando che si tratta di un aiuto sociale che è già in vigore in quasi tutti gli altri Paesi europei, che manca solo in Italia, è che è l’unico provvedimento appoggiato da tutti, Europa compresa.

Dunque, per Di Maio, la questione delle pensioni si potrebbe chiudere innanzitutto abbattendo le diversità tra pensioni cosiddette d'oro e pensioni più basse, quindi investire le risorse economiche che si potrebbero facilmente reperire dal taglio delle spese inutili degli enti pubblici in modifiche sempre più necessarie per rilanciare occupazione, produttività ed economia. Idee chiare, quindi, che potrebbero sostenere la scalata di Di Maio verso l’esecutivo nel caso in cui davvero si andasse a nuove elezioni, considerando che il tema delle novità per le pensioni è centrale e di particolare interesse per i cittadini, ma soprattutto considerando che il M5S, in base ai recenti sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani per le prossime politiche, avrebbe superato il Pd. E si tratta di un dato su cui si dovrebbe decisamente riflettere.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il