Deprezzamento euro su dollaro non durerà

Per l'economista capo della banca centrale europea Otmar Issing l'attuale fase di deprezzamento della valuta unica contro dollaro non è destinata a durare



Per l'economista capo della banca centrale europea Otmar Issing l'attuale fase di deprezzamento della valuta unica contro dollaro non è destinata a durare.

In un'intervista al settimanale belga 'Knack' Issing spiega che la correzione dell'euro ha meno a che fare con la forza dell'economia Usa piuttosto che con la bocciatura al trattato costituzionale europeo da parte di Francia e Olanda.

"Non è dunque prevedibile che il deprezzamento sia destinato a durare" osserva.

Sempre nel corso dell'intervista l'economista giudica "fuorviante e ingiustificato" attribuire alla valuta unica le colpe del rallentamento della crescita europea.

Issing aggiunge che non immagina che alcun governo italiano possa valutare un'uscita dall'unione monetaria e che i paesi che si sganciassero dall'euro pagherebbero un "pesante onere economico".

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il