BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 si attendono da Governo Renzi due risposte ufficiali

Quali sono le risposte ufficiali ancora attese dal governo Renzi e conseguenze eventuali per novità per le pensioni




Dal governo Renzi si attendono ancora due risposte ufficiali che potrebbero avere notevole impatto sulle novità per le pensioni: stando alle ultime notizie, infatti, è attesa la risposta che deve essere data al Comitato di quota 100 e quota 41 che ha raccolto firme, anche se non depositate e molto vicine alle 50mila, e sui tempi di inizio degli altri confronti con le forze sociali, per cui si parla probabilmente della prima o della seconda settimana di giugno, giacchè si attendevano già in questi giorni i verbali dello scorso incontro che però ancora non sono arrivati.

In pensione fino a quattro anni prima e non fino a tre con penalizzazioni inferiori, che siano basse o quasi azzerate per chi percepisce pensioni più basse, ma che non superino il 2% annuo per tutti gli anni, coinvolgendo esclusivamente l'Istituto di Previdenza e non gli istituti di credito, ed escludendo da questa novità per le pensioni di uscita prima coloro che hanno iniziato a lavorare sin da giovanissimi, per cui, invece, si dovrebbe pensare ad un'altra novità per le pensioni, ad hoc, come il piano di quota 41, per garantire a tutti la possibilità di andare in pensione con 41 anni di contributi e senza alcuna soglia anagrafica e penalità. Si tratta di chiari cambiamenti che vengono richiesti dal Comitato ristretto rispetto alle misure proposte dall’esecutivo stesso con la novità per le pensioni basata sulla mini pensione, poco vantaggioso come sistema così modulato.

Dal canto, il governo stesso ha fatto sapere che tavoli di confronto potrebbero aprirsi verso la metà di giugno, all’indomani dei risultati delle elezioni comunali di domenica prossima e solo allora sarà avviata, con somma speranza di tutti, la reale discussione di confronto su questione previdenziale e proposte per le diverse novità per le pensioni al fine di definire una soluzione comune e condivisa da tutti, capace di rispondere a esigenze e richieste di tutti, da forze politiche a forze sociali, agli stessi cittadini interessati, sempre in considerazione della reale disponibilità di risorse economiche senza intaccare, dunque, i conti pubblici. Ciò che ci si chiede è se sarà effettivamente rispetto questo eventuale piano di lavoro che potrebbe finalmente chiudere la partita di quale novità per le pensioni inserire o meno nella prossima Manovra.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il