Enel lancia offerta su Estenergy, multiutility del Friuli Venezia Giulia. Nuova strategia?

Non è piaciuta al presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Riccardo Illy l’offerta presentata da Enel per il 49% di Estenergy, società di commercializzazione di energia controllata da Acegas-Aps



Non è piaciuta al presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Riccardo Illy l’offerta presentata da Enel per il 49% di Estenergy, società di commercializzazione di energia controllata da Acegas-Aps. Illy teme che l’ingresso di Enel possa bloccare il processo in corso di realizzazione che mira ad aggregare le ex municipalizzate del Nordest. “Così si rischia di andare verso una situazione di oligopolio o monopolio e su questo aspetto l’Antitrust dovrebbe dare dei segnali” ha dichiarato il governatore definendo “aberrante” l’idea di consentire a Enel di “acquisire multiutility o anche un solo servizio”.

Sarebbe forse preferibile che la quota messa in vendita da Acegas andasse alla trevigiana Ascopiave, dalla quale il mercato si attende ottimi risultati, con un ebidta in aumento a 40 milioni di euro nel 2007. In questo caso infatti l’aggregazione fra le due utility del Nordest, che comprende anche Agsm Verona e Aim Vicenza, sarebbe più vicina. D’altro canto il presidente di Ascopiave Gildo Salton ha dichiarato che potrebbe pensare ad un ritiro dalla gara se la società triestina lasciasse intendere di non essere più interessata alla fusione.

Enel tuttavia non teme la concorrenza della piccola utility di Treviso. “Abbiamo una offerta che pensiamo sia conveniente anche per il venditore, ma anche redditizia per noi. Si tratta di un gruppo di clienti del Nordest di particolare interesse industriale che si complementa bene con la nostra attuale rete” ha commentato l’ad del colosso elettrico Fulvio Conti il quale, sorpreso dalle dichiarazioni di Illy, ha ricordato che “Acegas ha messo in vendita la quota, non siamo stati noi a chiederla”.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il