BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, agevolazioni, mini pensioni terminato Fondo Indigenza primo passaggio

Tra le partite in corso sulle novità per le pensioni c'è anche quella della creazione del fondo per il contrasto all'indigenza.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:12): Come si vede il Fondo Indigenza è un molto importante anche per le novità le pensioni ed è da seguire attentamente anche perchè prometto di cambiare molti aspetti e norme che conosciamo. Alcune di queste riguardano le detrazioni e agevolazioni soprattutto personali e familiari (che in manovra al momento sono escluse e che , quindi, si potrebbero concentrare su questo iter). Un punto che la Comunità nelle raccomandazioni ufficiali ci ha chiesto di fare come urgente insieme a misure concrete contro l'indigenza. Il vero problema è che le agevolazioni continuano a crescere, soprattutto quelle fiscali e non solo, ma in modo caoticico solo per determinate categorie e magari da temporanee si trasformano in norme per sempre. Non solo. Molte di esse portano una pioggia di soldi, ma gestita male che va a chi non deve andare, non per favoritismi ma anche per errori come è stato dimostrato più volte, mentre alle persone che ne hanno davvero bisogno va poco, pochissimo. E questo vale anche per diverse tipologie di pensioni come invalidità e non solo. Per questo il Fondo Indigenza è una norma, o meglio un insieme di norme che va fatto, è urgente, ma deve essere seguito con la massima atenzione e devonoe ssere evitati errori.
 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:45): E' terminata la prima fase di uno degli iter legislativi avviati che dovrebbe portare novità per le pensioni. A questo punto dal 6 Giugno, dovrebbe inziare ad essere terminato il testo e comunicato per una prima analisi alle Camere. Stiamo parlando del fondo di Indigenza lanciata come collegato alla scorso bilancio e che ha diversi obiettivi importanti per le novità per le pensioni tra cui:

- pensioni novità non dirette, ma collegate e importanti ovvero accrescere annualmente le consistenza di soldi spendibili per arrivare entro alcuni anni a dare un assegnu universale inizialmente ai non occupati di più lungo corso, ed entro 10 anni a tutti i non occupati che cercano una mansione.
- pensioni novità su varie tiplogie di pensioni come cumulo, guerra, disabili e altre categorie
- pensioni ricongiunzioni gratis o quasi e semplificate
- pensioni novità con revisione detrazioni e agevolazioni di vario tipo collegate anche alle pensione, anche se si prevedono molte resistenze. Ma sarebbe importante farlo in modo estremamente attento per dare soldi a chi ne ha veramente bisogno
- pensioni novità separazione assistenza e pensioni vere e proprie davvero obiettivo molto importante

Siamo al giro di boa della scrittura della versione finale del testo sulla creazione del fondo per il contrasto all'indigenza ovvero al riordino della normativa in materia di trattamenti, indennità, integrazioni di reddito e assegni di natura assistenziale e prestazioni sociali. Si tratta di una misura che, incardinandosi nel progetto delle novità per le pensioni, è finalizzata all'introduzione di un'unica misura nazionale di contrasto all'indigenza, associata alla differenza tra il reddito familiare del beneficiario e la soglia di indigenza assoluta, e alla razionalizzazione degli strumenti e dei trattamenti esistenti.

Un paino moderatamente ambizioso che ha visto fino al 31 maggio la presentazione degli ultimi emendamenti in sede di gruppo Pensioni a Montecitorio e che vedrà, forse dal 5 giugno, la loro discussione. La stesura della versione finale è da mettere in conto a cavallo tra luglio e settembre. L'intervento di regolamentazione ha come obiettivo principale l'ampliamento delle protezioni fornite dal sistema delle politiche sociali per renderlo più adeguato ai bisogni emergenti e più equo e omogeneo nell'accesso alle prestazioni. Si tratta solo di un tassello nel più ampio mosaico delle novità per le pensioni, rispetto al quale correo comunque fare i conti con una disponibilità economica che non è certo illimitata.

In questa prospettiva sono proposti interventi finalizzati a introdurre una misura nazionale di contrasto dell'indigenza, individuata come livello essenziale delle prestazioni da garantire in tutto il territorio nazionale, ma anche a razionalizzare le prestazioni di natura assistenziale, nonché altre prestazioni anche di natura previdenziale, sottoposte alla prova dei mezzi, inclusi gli interventi rivolti a beneficiari residenti all'estero.

Infine, si punta al riordino della normativa in materia di sistema degli interventi e dei servizi sociali. Stando alle intenzioni, dal provvedimento di costituzione di un fondo per il contrasto all'indigenza non derivano nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica. In particolare, la misura è definita nei limiti delle risorse del Fondo per la lotta all'indigenza e all'esclusione sociale, già parzialmente istituita. Dalla riorganizzazione del sistema di offerta integrata di interventi e di servizi sociali e dall'attuazione degli altri criteri si provvederà dunque nell'ambito delle risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente. L'appuntamento dovrebbe arrivare verosimilmente a settembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il