BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu e Tasi 2016: calcolo e compilazione F24 automatica prima casa, affitto,seconda casa,terreni agricoli e non con codici tributi

Tempo di pagamento di Imu e Tasi 2016. Sono tanti gli aspetti di cui bisogna tenere conto in vista della scadenza del 16 giugno.




Ci sono meno di 15 giorni di tempo per pagare l'acconto 2016 di Imu e Tasi. L'ultimo giorno per mettersi in regola senza incorrere in sanzioni è il 16 giugno. Alla luce del cambiamento di normativa, tra prima e seconda casa, abitazioni in affitto e terreni agricoli, il suggerimento è di stare molto attenti ai calcoli per i quali è disponibile in questa pagina il nostro simulatore online. Il software permette il calcolo per abitazione principale, casa di lusso o storica, cooperative edilizie, altri immobili, fabbricati generici, uffici e studi privati, immobili industriali e commerciali, negozi e botteghe, terreni agricoli, terreni incolti, terreni agricoli con requisito previdenza agricola, aree fabbricabili, istituti di credito, fabbricati rurali strumentali all'attività agricola.

Accanto a quello delle aliquote, occorre non sottovalutare il capitolo delle detrazioni: molte amministrazioni comunali le hanno riviste al rialzo o al ribasso. Ad esempio, non è più in vigore la detrazione fissa di 200 euro prevista in passato dalla legge nazionale per l'Imu sulla prima casa. Per venire a conoscenza di cambiamenti, basta informarsi al proprio comune, anche per via telematica, o consultare il sito del dipartimento delle Finanze. In ogni caso, altre calcolatrici utilizzabili sono quelle del sito AmministrazioniComunali (amministrazionicomunali.it/tasi/calcolo_tasi.php) o del sito Riscotel).

Come si calcola la base imponibile dell'Imu, escluse abitazione principale e pertinenze? I moltiplicatori (gli stessi della Tasi) vanno applicati alla rendita catastale maggiorata del 5%. Per le abitazioni (categorie catastali A, tranne A10) e pertinenze ovvero cantine e soffitte (C2), box e autorimesse (C6), tettoie (C7), è pari a 160. Il coefficiente è pari a 140 per immobili a uso collettivo (categoria B) e laboratori artigianali, stabilimenti balneari (C3, C4, C5). Per uffici e studi (A10), banche e assicurazioni (D5) è pari a 80; per immobili a destinazione speciale (categoria D, escluso D5) a 65. Per negozi (C1) è 55, per terreni (agricoli e non) 135.

Il versamento dell'importo può essere effettuato alle Poste via bollettino o in banca con il modello F24. Se la somma è maggiore di 1.000 euro il pagamento va pagato per via telematica. I codici tributo per l'Imu sono 3912 per abitazione principale e pertinenze (solo categorie catastali A1, A8 e A9), solo al Comune, 3914 per terreni, solo al Comune, 3916 per aree fabbricabili, solo al Comune, 3918 per altri fabbricati, solo al Comune, 3925 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, allo Stato, 3930 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, al Comune. Quelli per il pagamento della Tasi sono 3958 per abitazione principale e pertinenze (tranne quelle per cui è in vigore l'esenzione), 3959 per fabbricati rurali strumentali, 3960 per aree fabbricabili, 3961 per altri fabbricati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il