BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Elezioni Napoli, Bologna, Torino previsioni, chi vince, spoglio voto ufficiali risultati De Magistris, Lettieri, Merola

Tutto pronto per le elezioni comunali nelle città di Napoli, Bologna, Torino. Ballottaggio in vista in tutti e tre i casi?




Dalle 7 di domenica 5 giugno 2016, anche gli elettori delle città di Napoli, Bologna, Torino potranno scegliere il proprio sindaco e i consiglieri che andranno a riempire le rispettive assemblee civiche. Per conoscere exit poll, proiezioni e seguire lo spoglio ovvero sapere chi vince sia tra i vari candidati e sia tra i partiti che cercano voti e consensi, come Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Partito democratico, Lega, è possibile fare riferimento agli ampi speciali propositi dai siti di informazione generalista come la Repubblica, Il Corriere della Sera, Huffington Post e Sky TG24, ma anche quelli più specifici come il Sole 24 Ore. Ma anche noi forniremo aggiornamenti in tempo reale su quanto accade dallo scrutinio delle schede.

Nella città partenopea, la sfida è tra il sindaco uscente Luigi De Magistris (Napoli in comune a sinistra, Lista Dema, La Città con De Magistris, altri), Gianni Lettieri (Forza Italia, Prima Napoli, altri), Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle), Valeria Valente (Partito democratico, Valeria Valente sindaco, Napoli popolare, altri), Marcello Taglialatela (Fratelli d'Italia, altri). Fino al giorno della pubblicazione dei sondaggi, così come confermato anche dalle cosiddette rilevazioni clandestine, De Magistris è in vantaggio, ma sarà comunque ballottaggio. In campo ci sono anche Martina Alboreto (Fratelli del Popolo Italiano), Nunzia Amura (Partito comunista), Domenico Esposito (Qualità della vita per Napoli), Luigi Mercogliano (Popolo della Famiglia), Paolo Prudente (Partito comunista dei lavoratori).

Anche a Bologna c'è un primo cittadino che cerca la conferma ed è Virginio Merola (Partito democratico, Cittadini per Bologna, Città comune con Amelia, altri), che se la dovrà vedere con Lucia Borgonzoni (Lega Nord, Uniti si vince, Forza Italia, Fratelli d'Italia, altri), Massimo Bugani (Movimento 5 Stelle), Manes Bernardini (Insieme Bologna), Federico Martelloni (Coalizione civica). Ecco poi Mirko De Carli (Popolo della famiglia), Ermanno Lorenzoni (Partito comunista dei lavoratori), Sergio Celloni (Lista civica), Matteo Badiali (Lista civica). Anche in questo caso, sembrano ridotte le possibilità che uno dei candidati ce la possa fare già nella giornata di domenica.

A Torino Piero Fassino (Partito democratico, Lista civica per Fassino, altri), sindaco degli ultimi 5 anni, sfida Chiara Appendino (Movimento 5 Stelle), Osvaldo Napoli (Forza Italia, altri), Roberto Rosso (Udc-Area popolare, altri), Alberto Morano (Lista Morano sindaco, Fratelli d'Italia, Lega Nord), Giorgio Airaudo (Torino in Comune - La sinistra, Ambiente Torino per Airaudo sindaco, altri). Stando all'aria che tira tra i vari partiti, sembra proprio che sarà necessario un secondo turno di voto per la scelta del primo cittadino. In lizza ci sono anche Marco Rizzo (Partito comunista), Alessio Ariotto (Partito comunista dei lavoratori), Marco Rocca (Casa Pound), Vito Colucci (Popolo della famiglia), Mario Levi (Italia dei valori), Roberto Viretta (Forza Nuova) e una serie di candidati di liste civiche ovvero Gianluca Noccetti, Luigi Devoti, Roberto Rosso, Lorenzo Varaldo, Anna Battista, Guglielmo Del Pero.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il