BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Elezioni Torino, Milano, Roma, Napoli, Bologna risultati ufficiali spoglio, exit poll, previsioni chi vince M5S, Pd, Fi, Lega

Chi sarà il nuovo sindaco di Torino, Napoli e Bologna: possibili risultati finali e misure più importanti dei programmi dei principali candidati




AGGIORNAMENTO: Affluenza stimata finale non ancora definita del 60% circa. Tutti al ballottaggio i comuni e le città principali. Ecco le prime previsioni ed exit poll ufficiali chiuse le urne e in attesa risultati ufficiali con lo spoglio dei voti:
 

Roma

Sala 41-45
Parisi 35-39
Corrado 8-12

Milano

Raggi 34-38
Giacchetti 20-24
Meloni 16-20

Torino

Fassino 39-43
Appendino 28-32
Morando: 7-11

Napoli

De Magistris: 43-47
Lettieri: 20-24
Valente: 15-19

Bologna:

Merola al 43-47
Borgonozoni: 19-23
Bugani 18-22

Chi vincerà le elezioni comunali a Torino, Napoli e Bologna, cosa dicono gli ultimissimi sondaggi aggiornati clandestini e quali sono le misure guida dei programmi elettorali dei principali candidati? Se a Milano la situazione si prospetta piuttosto incerta, con un testa a testa ancora in corso tra il candidato di centrosinistra Giuseppe Sala e il candidato di centrodestra Stefano Parisi, e a Roma si avvia ad allungare le distanze sui rivali Virginia Raggi, candidata del Movimento 5 Stelle, inseguita però da Roberto Giachetti, candidato del Pd, a Torino, Napoli e Bologna, secondo i sondaggi aggiornati clandestini, le situazioni sembrano piuttosto chiare. E si potrebbe dire che si riconfermeranno, a meno di sorprese inaspettate dell’ultimo minuto, alla guida della città i rispettivi sindaci uscenti. Si tratta di Piero Fassino a Torino, Luigi De Magistris a Napoli e Virginio Merola a Bologna, che ha infranto i sogni di gloria di Lucia Borgonzoni candidata della Lega Nord.  

Ma quali sono i provvedimenti che Fassino, De Magistris e Merola promettono per continuare a governare al meglio le loro città e quali le loro posizioni su questioni centrali come verde, tasse e lavoro? Partendo da Torino, Piero Fassino del Pd ha intenzione, come chiaramente ribadito più volte, di portare avanti esattamente la politica condotta finora e che è stata in grado di consacrare il capoluogo piemontese tra le città principali della cultura italiana. Fassino in questi anni di legislatura è riuscito a ridurre il debito, a garantire aiuti e sostegni alle famiglie e alle persone in difficoltà, e il suo proposito è quello di continuare su questa linea, puntando innanzitutto a nuove opportunità lavorative per i giovani, a garantire sicurezza in ogni zona della città, e a ridurre anche le tasse a carico dei torinesi.

Più opportunità di lavoro per tutti capaci di sostenere occupazione e attività produttive coinvolgendo agenzie di sviluppo locale e sportelli di micro credito, soprattutto per donne e giovani, e maggiore attenzione a chi avrebbe bisogno di sostegni come gli anziani e i senza fissa dimora, nonché definizione e realizzazione di un nuovo piano urbano che dia anche particolare spazio a zone verdi in città: questi i principali interventi su cui punta Luigi De Magistris per migliorare la sua Napoli, un miglioramento che, chiaramente, non può prescindere dalla soluzione definitiva dell’emergenza rifiuti che continua a rappresentare una forte criticità per il capoluogo partenopeo. Ma non può prescindere nemmeno da nuove misure e interventi volti a garantire la sicurezza in città, anche a attraverso costanti sistemi di controllo e sorveglianza soprattutto di alcune zone, e una maggiore legalità, ad ogni livello, cosa che negli ultimi periodi sembra si stai dimenticando, tanto a Napoli quanto in tante altre città di Italia.

Anche a Bologna Virginio Merola vuole ridurre il peso delle tasse per i cittadini con l’estensione della no tax area e, pur se non ha presentato un vero e proprio programma elettorale, le sue intenzioni di lavoro per la prossima legislatura sono piuttosto chiari: continuare sulla scia di quanto già avviato, con particolare attenzione ai temi di mobilità, sostenibilità ambientale ed energetica, nuovo piano traffico, potenziamento del verde in città e creazione di nuove zone pedonali e metrò. Merola punta anche su provvedimenti a sostegno di lavoro e occupazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il