BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni Napoli, Torino, Bologna seggi aperti, orari, quando si vota. Programmi candidati, aggiornamento tempo reale chi vince

Ci sono le elezioni comunali e a dominare è l'incertezza sull'esito delle urne. I seggi sono aperti per una sola giornata dalle 7 alle 23.




Urne aperte dalle 7 alle 23 per le elezioni comunali di domenica 5 giugno in molte città italiane, tra cui gli importanti capoluoghi di Napoli, Torino, Bologna. Per votare, oltre alla tessera elettorale, occorre esibire la carta d'identità o altro documento d'identificazione munito di fotografia o la tessera di riconoscimento rilasciata dall'Unione nazionale ufficiali in congedo d'Italia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare o la tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, anche questa munita di fotografia.

In questo ultime ore non è mancato lo scontro tra i candidati nelle principali città, mentre i vertici dei partiti, come nel caso del premier, Matteo Renzi, sono scesi in campo personalmente per sostenere i loro candidati, anche al di là del programma proposto agli elettori. Per un maggiore approfondimenti sui contenuti, invitiamo a consultare questo articolo. In ogni caso si assist per molti versi a una nazionalizzazione delle elezioni comunali con possibili ripercussioni sull'esecutivo. Il segretario del Partito democratico ha illustrato con Roberto Giachetti (definito "il prossimo sindaco della città") i progetti per la capitale, con una forte difesa della candidatura alle Olimpiadi, che invece la candidata del Movimento 5 Stelle Virginia Raggi vorrebbe stroncare.

La serata per Renzi è diventata l'occasione di continue stoccate agli avversari: "Ci sentiamo dire onestà da gente che governa in 17 comuni e ha casini nella metà. Hanno un blog che dice cosa fare e il simbolo appartiene al nipote del fondatore". Su Roma ha poi aggiunto: "Il sogno si può realizzare". E sul lavoro del governo: "La storia che abbiamo chiesto indietro 80 euro è falsa: 1,4 milioni di italiani hanno guadagnato oltre le soglie e quindi devono restituirli, ma 1,6 hanno preso meno della soglia e avranno gli 80 euro, quindi 200mila in più hanno preso gli 80 euro". Infine sulle recenti polemiche: "Dicono che epuriamo in tv, ma non è vero".

Intanto, dopo il confronto in tv di martedì sera tra i candidati al Campidoglio, Virginia Raggi denuncia che Movimento 5 Stelle è "ormai sotto il fuoco incrociato" degli avversari: "I loro partiti non garantiscono l'onestà, è un dato di fatto". Giachetti la attacca: "Solo chi non ha idea di cosa parla può parlare di un assessore a tempo. Sapere di cosa si parla non è una cosa inutile". Marchini invece punta sull'abbassamento delle tasse: "Siamo talmente convinti che si possano e si debbano abbassare che tutta la squadra rinuncerà all’indennità fino a quando lo faremo".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il