BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Mutui tassi variabili e fissi Giugno 2016 migliori con tassi interesse fissi e variabili più bassi, spese e costi minori

Le migliori offerte di mutui disponibili per questo mese di giugno 2016: quali sono, cosa prevedono e quale scegliere




Continuano ad attestarsi a livelli importanti le richieste di mutui quest’anno: complice, infatti, anche la discesa dei prezzi degli immobili, sono tante le persone che decidono di acquistare casa in questo momento. Ci si chiede, dunque, quali siano le migliori proposte di mutuo, sia a tasso fisso che a tasso variabile, attualmente disponibili sul mercato. Per questo mese di giugno 2016 Mediolanum propone due tipologie di mutuo in particolare, Mutuo Freedom e Mutuo Riparti Italia. Il primo permette di scegliere l’opzione a tasso misto, che permette al mutuatario di cambiare la tipologia di tasso d’interesse per adeguarsi meglio alle condizioni di mercato, ogni 3 anni o ogni 5 e nel caso del tasso variabile, lo spread applicato viene calcolato sulla base dell’Euribor 3 mesi considerando un periodo di tempo di 365 giorni. Il secondo, invece, è una tipologia di mutuo finalizzate alla ristrutturazione che permette di scegliere se ricevere la cifra richiesta in un’unica soluzione o a rate in base ai tempi di lavoro.  

Il Mutuo Riparti Italia permette di richiedere un importo minimo pari a 25.000 euro, ha una durata compresa tra i 10 e i 20 anni, consente di chiedere un finanziamento massimo pari al 50% del valore dell’immobile secondo perizia e prevede spese d’istruttoria dello 0,90% dell’importo richiesto e comprese tra un minimo di 600 e un massimo di 1.600 euro, inoltre, per quanto riguarda il tasso d’interesse, è variabile e maggiorato di uno spread massimo dell’1,05%.

A seguire troviamo le offerte di mutuo di Webank, da quella a tasso fisso, pensato per chi ha meno di 60 anni, che permette di modificare ogni 5 anni la formula di tasso scelta inizialmente, e di richiedere un finanziamento massimo pari all’80% del valore dell’immobile e compreso tra 50mila e 1.000.000 di euro; al mutuo variabile con CAP che permette di coniugare i vantaggi del tasso fisso con quelli del tasso variabile, ma con CAP, cioè la soglia oltre la quale il tasso variabile non può andare e che rappresenta una sorta di protezione per il mutuatario, e prevede un’iscrizione ipotecaria pari al 150% del valore dell’immobile da acquistare; al mutuo con tasso fisso.

Anche in questo caso, si tratta di una tipologia di mutuo che può essere richiesto da chi ha meno di 60, permette di chiedere una cifra compresa tra 50mila e 1.000.000 euro, di restituire mensilmente rate calcolate sulla base dell’Euribor 3 mesi e, per quanto riguarda lo spread, per un mutuo con importo inferiore a 100mila euro è dell’1,75% mentre per un mutuo di importo pari o superiore a 100mila euro è dell’1,65%.

Youbanking propone un’offerta di mutuo a tasso variabile che per richieste presentate fino a 31 luglio 2016 e stipulate entro il 30 settembre 2016 prevede la possibilità di richiedere fino all'80% del valore dell'immobile da acquistare, prevede un tasso variabile legato all’Euribor 3 mesi sommato allo spread che varia in base alle durate del mutuo e che per durate pari o inferiori a 10 anni è dello 0,95%; per durate pari o inferiori a 15 anni è dell’1,05%; per durate pari o inferiori a 25 anni è dell’1,15%; e per durate superiori a 25 anni, è dell’1,55%. Questo mutuo prevede spese di perizia di 320 euro e spese di istruttoria che oscillano tra i 500 e i mille euro.

Per mutui da erogare entro il 31 luglio, anche CheBanca offre la possibilità di richiedere mutui fino all'80% del valore dell'immobile, prevede un tasso variabile  indicizzato all'Euribor 3 mesi/365 sommato allo spread previsto che per durate fino a 25 anni è dell’1,93% e per durate superiori ai 25 anni è dell’1,98%. Non richiede, inoltre, alcuna spesa e prevede una iscrizione ipotecaria ridotta al 150%. Ancora valide e convenienti le offerte di Bnl Mutuo Spensierato e Mutuo Bnl Futuro Sereno, entrambe a tasso fisso, con Mutuo Futuro Sereno che permette il pagamento di rate decrescenti nel tempo. Chi sceglie questa tipologia di mutuo, infatti,  può pagare rate più alte per i primi anni che però scenderanno negli anni successivi a patto che il pagamento mensile risulti sempre regolare.

Ubi banca, infine, propone Mutuo giovani coppie, pensato proprio per le giovani coppie che hanno meno di 40 anni e vogliono chiedere un mutuo per l’acquisto della casa pur non avendo un lavoro con contratto a tempo indeterminato. La condizione per richiedere questo tipo di mutuo è quella di lavorare da almeno 18 mesi, aver lavorato almeno 18 mesi negli ultimi due anni e avere al momento della richiesta, un’occupazione.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il