BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Cud, certificazione Unica e 730 2016 precompilato e Unico 2016: come fare a scaricare o ricevere cartaceo.E come fare compilazione

Come effettuare controlli e correzioni al proprio 730 2016 precompilato e vantaggi se si procede da soli online: regole e procedure da seguire anche per Unico 2016 precompilato




Dopo aver scaricato il proprio modello 730 precompilato 2016 finalmente da questa settimana è possibile attuare modifiche, correzioni o integrazioni di dati e informazioni già inserite. Si tratta di operazioni che possono essere effettuate direttamente online dai contribuenti o anche da Caf, commercialisti o altri professionisti abilitati, sempre online, ricevendo apposita delega dal contribuente interessato, o attraverso la compilazione cartacea del modello 730. E in quest'ultimo caso, il contribuente dovrà presentare al professionista abilitato tutti i documenti necessari per compilazione e controllo del modello, a partire dalla Certificazione Unica, che sarebbe il vecchio Cud, che è stata rilasciata dal datore di lavoro,o che si può scaricare online direttamente dal sito del’Inps, per arrivare a tutti quei documenti fiscali e bancari, come scontrini, fatture e ricevute di ogni genere di pagamento che possano testimoniare le spese sostenute e che danno diritto a detrazioni.

Ricordiamo, inoltre, che la Certificazione Unica può essere richiesta anche direttamente agli sportelli dedicati delle struttura territoriali dell'Inps, a Caf e patronati o agli  uffici del Comune, o di un’altra P.A. purchè abbia sottoscritto l'apposito protocollo con l’Inps. Chi volesse effettuare le operazioni di controllo ed eventuali integrazioni e correzioni dei dati già riportati nel proprio 730 2016 precompilato, deve accedere al sito dell'Agenzia delle Entrate, quindi cliccare sulla voce Software di controllo e seguire le istruzioni. Le operazioni di controllo permettono al contribuente di evidenziare, attraverso specifici messaggi di errore, le anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati e le indicazioni fornite dalla circolare dei controlli.

Una volta controllata la compilazione del proprio 730, se riscontrati eventuali errori bisognerà correggerli, altrimenti il modello, a meno che non presenti mancanze, potrà essere reinviato così com’è all’Agenzia delle Entrate. La differenza tra chi effettua controlli e correzioni in autonomia direttamente via web e chi si rivolge a Caf e commercialisti è che nel primo caso non saranno effettuati controlli documentali. Se, cioè, il contribuente trasmette con o senza modifiche il 730 precompilato online non sarà soggetto ad alcun controllo, mentre se il modello viene inviato, con o senza modifiche, da Caf o altro professionista abilitato, i controlli documentali saranno effettuati nei loro confronti.

Insieme al Modello 730 2016 precompilato quest’anno è disponibile online e precompilato anche il modello Unico 2016 per lavoratori autonomi e professionisti che, però, bisognerà controllare più attentamente perché a differenza del 730 sarà precompilato all’80% per cui parecchi dati e informazioni dovranno esse integrate. Anche il modello Unico si può scaricare sia dal sito dell’Agenzia delle Entrate, sia dal sito del’Inps, inserendo le proprie credenziali.

In generale, dunque, per accedere ai propri modelli precompilati in autonomia, bisogna entrare nel sito delle Entrate, inserire il proprio Pin e le altre proprie credenziali Entratel o Fisconline, ed entrare nelle aree dedicate alle dichiarazioni precompilate e scegliere la propria. Per accedervi è anche disponibile lo Spid, sistema d'identità digitale, che con un Pin Unico permette di entrare ovunque e che deve essere richiesto ad uno dei tre operatori accreditati dall'Agenzia per l'Italia digitale, cioè Tim, Poste Italiane o Infocert, che invierà il Pi personale direttamente al contribuente tramite mail, sms o posta. Anche nel caso del modello Unico, esattamente come per il 730, è sempre possibile procedere alla compilazione e alla presentazione rivolgendosi al proprio commercialista o altri professionisti abilitati.  

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il