BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 attese ufficiali e non per martedì, domani mercoledì e giovedì

Prossimi appuntamenti in programma e a sorpresa che potrebbero avere effetti su novità per le pensioni e cosa potrebbero riguardare




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:45): Come confermato dalle ultime e ultimissime notizie è iniziato lo sprint finale di queste elezioni comunali che terminerà solo con il ballottaggio tra due settimane. Le novità per le pensioni sono dietro l'angolo, se non in maniera diretta, pressoché impossibile visti i tempi stretti, almeno in modo indiretto attraverso i nuovi faccia a faccia tra l'opposizione interna al Partito democratico, più decisa sulle pensioni, e l'ala maggioritaria. La situazione è adesso in evoluzione in questo senso e si apsettano diversi incotnri in quetsi giorni.Sotto, invece, abbiamo riportato quelli ufficiali già programmati.

I risultati delle votazioni di ieri non hanno certo fatto gioire il Pd che rischia di perdere grandi città, da Roma a Napoli, ormai quasi certamente una quasi conquistata dal Movimento 5 Stelle e l’altra pronta a rimanere roccaforte del sindaco uscente Luigi De Magistris, per arrivare a quella Milano dove è da settimane in scena un vero e proprio testa a testa tra il candidato di centrodestra Stefano Parisi e il candidato del centrosinistra Giuseppe Sala, ‘piazze’ importanti che se perse dal PD rischiano di avere conseguenze anche su diverse questioni sociali di Italia, a partire dalle novità per le pensioni. I numeri sono stati talmente chiari che lo stesso premier si è reso conto del fatto di non aver vinto, pur se si è detto tranquillo, pronto a prepararsi alla vera sfida del referendum costituzionale che per lui rappresenterà una sorta di deadline, come da lui stesso annunciato: se, infatti, le cose non dovessero andare come lui spera sarà pronto a lasciare la politica.

Intanto, al momento servono nuovi provvedimenti che riescano a far riconquistare alla maggioranza consensi ed elettori in vista dei prossimi ballottaggi del 19 giugno. E mentre Roberto Speranza, pronto a candidarsi come nuovo segretario del Pd, chiede che ne venga eletto uno perché fare il premier e il segretario di partito allo stesso tempo sta risultando alquanto difficile, è possibile che in questi giorni, a sorpresa, e proprio in vista dei ballottaggi, ci sia un nuovo appuntamento social con #matteorisponde e potrebbero arrivare improbabili accelerazioni su novità per le pensioni e piano di riduzione delle imposte. Entrambe, comunque, sembrano al momento piuttosto difficili, non soltanto perché manca un accordo di lavoro su entrambi i provvedimenti, ma anche perchè negli ultimissimi giorni, il ministro dell’Economia, da sempre contrario a novità per le pensioni ma che fino a qualche settimana fa parlava di priorità di riduzione delle tasse, ha detto che quest’ultima misura potrà in realtà essere realizzata solo se ci saranno i margini effettivi, considerando i vincoli di bilancio decisamente stretti. Proseguono intanto le attività del comitato ristretto per le pensioni che tornerà a riunirsi da domani martedì m che non prevede nulla al momento sulle pensioni.

Mercoledì, invece, le discussioni del Comitato di concentreranno soprattutto sulle misure del fondo indigenza, dalla revisione delle detrazioni fiscali, al riordino dei servizi sociali; giovedì 9, poi, è attesa l’interrogazione di Maria Luisa Gnecchi relativa ai periodi di contribuzione versati in diverse gestioni previdenziali dai lavoratori per cui la pensione finale viene calcolata esclusivamente con calcolo contributivo e si tornerà a discutere dei provvedimenti del fondo indigenza, con l’analisi delle nuove misure depositate. Si attende poi di sapere quando sarà ufficialmente in programma il nuovo incontro tra forze sociali e maggioranza, occasione in cui si dovrebbe tornare nuovamente a parlare di possibili novità per le pensioni al fine di trovare una soluzione comune e condivisa da tutti, nel frattempo è atteso il resoconto verbale del precedente incontro.

Considerando, infine, che domenica 19 giugno, come sopra detto, sono in programma i ballottaggi, è chiaro che se l’esecutivo avesse davvero intenzione di agire per recuperare elettori, dovrebbe farlo in questi ultimissimi giorni, altrimenti è possibile che, così come ipotizzato dal premier, tutto venga rimandato a dopo l’estate quando, tra l’altro, inizieranno le vere e proprie discussioni sulle misure da inserire nella prossima Manovra 2017 e solo allora, molto probabilmente, si capirà se vi rientreranno novità per le pensioni tra quota 100, quota 41 o novità per le pensione basata sulla mini pensione, così come eentuali novità per le pensioni ma minori come modifiche nel sistema di recpero degli anni di studio ai fini contributivi, cancellazione delle ricongiunzioni onerose e che dovrebbero diventare gratuite, o anche riduzione delle imposte per coloro che percepiscono pensoni più basse con possibile applicazione di una nuova tassazione per chi inece percepisce pensioni più elvate e tagli delle cosiddette pensioni d'oro. Insomma le ipotesi di lavoro e i provvedimenti certo non mancano, bisogna solo capire quali possono ffettivamente essere realizzati in base alle disponibilità economiche e in quali tempistiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il