BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ballottaggio previsioni, sondaggi clandestini vietati Roma, Torino, Milano Pd a rischio, in bilico Bologna. Chi vince Pd, M5S,Lega

C'è molta incertezza sull'esito del ballottaggio di domenica nella stragrande maggioranza delle città italiane.




La sfida dei ballottaggi è sostanzialmente aperta in tutte le grande città. A parte Napoli, dove Luigi De Magistris, sostenuto da sole liste civiche, è il grande favorito per la conquista della poltrona di sindaco, altrove sono partite grandi manovre. E i sondaggi, che non possono essere resi pubblici, riferiscono come siano partite le grandi manovre. A Milano, ad esempio è iniziato il corteggiamento ai Movimento 5 Stelle da parte dei due candidati sindaci del centrosinistra e del centrodestra, Beppe Sala e Stefano Parisi. Ed è ovvio, dato che con gli oltre 50.000 voti che hanno ottenuto sono loro il vero ago della bilancia. Un corteggiamento che si unisce a quello verso i tanti che non sono andati ai seggi al primo turno.

Una corsa uno è quella tra Virginia Raggi (Movimento 5 Stelle) e Roberto Giachetti (Partito democratico) per la prima poltrona del Campidoglio. Nessuno degli sfidanti esclusi al primo turno ha ancora fatto endorsement per l'uno o per l'altra. Unico spiraglio quello aperto da Alfio Marchini, al primo turno appoggiato anche da Forza Italia, che chiarisce: "Noi saremo dalla parte di coloro i quali dimostreranno di amare Romaovvero aderiranno ad alcuni punti della nostra agenda". E se lunedì Giorgia Meloni, sostenuta da Fratelli d'Italia e Lega, ha ribadito il suo "no al Partito democratico e anche a Movimento 5 Stelle", ieri Fassina ha azzardato: "Al ballottaggio si può votare scheda bianca, la nostra proposta è diversa da quelle di Raggi e Giachetti".

La novità dell'ultim'ora è rappresentata dall'irruzione al ballottaggio per il sindaco di Roma del sogno olimpico. Ci ha pensato Francesco Totti, capitano della Roma, a piazzare Roma 2024 al centro della piazza del Campidoglio. "Da romano sarò sempre orgogliosamente a favore delle Olimpiadi a Roma", ha detto lanciando un assist al competitor Giachetti. Poi, la precisazione: "La politica non c'entra". Ma sono in tanti a credere che queste dichiarazioni abbiano spostato un bel po' di voti. A Torino Piero Fassino (Partito democratico, Lista civica per Fassino, altri) deve guardarsi dalla rimonta di Chiara Appendino (Movimento 5 Stelle). Alla luce dei risultati dei primo turno, sono in tanti a credere che i giochi sono aperti perché sono in ballo tutti i voti del centrodestra.

A Bologna Virginio Merola (Partito democratico, Cittadini per Bologna, Città comune con Amelia, altri) è più tranquillo rispetto ad altri aspiranti sindaco, ma la sfidante Lucia Borgonzoni (Lega Nord, Uniti si vince, Forza Italia, Fratelli d'Italia, altri), stimolata dagli ultimi sondaggi aggiornati, si dice convinta che con una campagna porta a porta possa ridurre le distanze iniziali e giocarsela all'ultima scheda.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il