BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 da Meloni, Renzi, Furlan, Damiano

Le recenti posizioni di Furlan, Meloni, Damiano su novità per le pensioni e proposte sostenute: quali sono e prospettive di discussioni ulteriori




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:12): Rapporti più morbidi tra esecutivo e forze sociali in vista dell'appuntamento della prossima settimana in cui si discuterà anche e soprattutto sulle novità per le pensioni. Sarà perché i ballottaggi sono alle porte e si avvicina più velocemente di quel che sembra l'importante referendum costituzionale, ma secondo le ultime e ultimissime notizie, la posizione del presidente del Consiglio è decisamente più accomodante. I rapporti appaiono più cordiali soprattutto on la Cisl.

Attende la presentazione ufficiale di novità per le pensioni ben definite dall'esecutivo il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, che incita l'esecutivo stesso a mettere a punto una soluzione condivisa da tutti che sia sintesi delle proposte avanzate e sostenute dalle diverse parti e non soltanto in riferimento a novità per le pensioni di uscita prima, come quota 100, quota 41 o mini pensione, ma anche in riferimento ad novità per le pensioni minori, come rivalutazione di tutte le pensioni, aumento di quelle più basse così come novità per il recupero degli anni di studio e le ricongiunzioni da rendere gratuite. Dalla parte di novità per le pensioni anche Giorgia Meloni, attuale candidata sindaco a Roma di Fratelli di Italia che, pur avendo votato a suo tempo l’attuale legge pensioni, oggi è convita che servano novità e correzioni.

E ha anche criticato le posizioni del premier, che ogni volta in periodo elettorale annuncia novità per le pensioni che poi puntualmente non diventano mai realtà. ha, inoltre, incitato lo stesso premier a impiegare quei miliardi che si riescono a recuperare sempre altri provvedimenti in novità per le pensioni, che sarebbero decisamente più importanti in questo particolare momento, e mette in dubbio anche l'annuncio di voler estendere aumenti anche alle pensioni più basse. Eppure si potrebbero facilmente aumentare proprio queste pensioni se solo, in maniera concreta, si tagliassero le ricche pensioni degli alti esponenti istituzionali e non solo, misura che, la Meloni conferma, non soltanto permetterebbe di recuperare fondi per ulteriori interventi pensionistici, ma sarebbe importante anche per ristabilire equità sociale.

Ma non solo: la Meloni, oltre al ricalcolo degli assegni più elevati, sembra aver più volte espresso appoggio ad altre novità per le pensioni di uscita prima come quota 100. Dal canto suo, il presidente del Comitato ristretto per le pensioni Cesare Damiano, ha spiegato che non sono necessarie solo novità per le pensioni di uscita prima ma anche provvedimenti per le rivalutazioni delle pensioni; servono, inoltre, interventi anche a sostegno dell’occupazione. Ma in riferimento a novità per le pensioni di uscita prima, Damiano continua a rilanciare sul suo piano di uscita a 62 anni con 35 anni di contributi e penalità del 2% annue fino ad un massimo dell’8% che reputa decisamente più conveniente del sistema basato sulla mini pensione che l’esecutivo vuole portare avanti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il