BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 l'accordo Governo Renzi-Forze Sociali sarà su un solo punto

Fissata prossima riunione tra forze sociali e governo, punti in discussione ma novità per le pensioni in forse rispetto a piano di taglio delle tasse




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:27): Vi potrebbero essere delle sorprese con delle novità per le pensioni al di laà delle impoeste ma dai costi molto ridotti come ricongiunzioni gratis e non onerose o contributi scolastici già da subito nell'immediato, ma questo vorrebbe dire non fare nulla con le mini pensioni (dove comunque non si troverebbe accordo) visto che i sldi disponibili per le novità per le pensioni dalle ultime notizie e ultimissime saembrano essere di molto inferiori al miliardo (imposte escluse da trovare ancora, però,)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:12) Se il punto appare, sembra già concordato sul quale convergere ancora prima che venga fatta la seconda riunione domani come da ultime notizie e ultimissime, tutto da capire, invece, è il proseguimento delle altre riunioni, se ci sarà, e su come si intende muoversi sulle novità per le pensioni nel periodo più lungo. Il fatto che ve ne saranno ulteriori e che il dialogo rimarrà aperto, sembra abbastanza chiaro, in quanto con il voto che va male e i dubbi per il referendum il Governo non ha bisogno di nuovi nemici, ma anzi nuovi alleati e le forze sociali rappresentano ancora dai 3-5 milioni di potenziali votanti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:07): I punti di confronto per le novità per le pensioni sono davvero tanti per la seconda riunione che sono stati messi a verbale, ma come detto dalle ultime notizie e ultimissime solo su un punto sembra esserci l'accordo necessario che, forse, è più quasi una imposizione del Governo Renzi, una decisione già presa, che altro.
Tra le novità per pensioni a confronto, almeno quelle dell'elenco citatate pubblicamente vi sono:

- novità pensioni mini pensioni
- novità pensioni quota 100
- novità pensioni quota 41
- novità pensioni che rientrano nelle prime sopra per chi ha iniziato una occupazione presto o particormente faticosa
- novità pensioni perequazioni
- novità pensioni ruolo domestico e per chi deve gestire una famiglia con problemi interni
- novità pensioni aumento valore

(prosegue...)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:27): Se accordo ci sarà, verterà su un unico punto ovevro quello del taglio per le imposte che dovrebbe essere all'interno dell'Irpef di quei punti percentuali che dovrebbero scendere insieme all'Ires che hanno confermato diverse autorità e Ministri nelle ultime notizie e ultimissime. Tanti sono come abbiamo visto sotto i punti che verranno discussi e che sono stati resi pubblici seppur il verbale vero e proprio della prima riunione non è arrivato e alcuni potrebbero essere anche realizzati in tempi brevi e con pochi soldi, ma è difficile che si affianchino da subito, seppur le sorprese potrebbero non mancare. Molto in salito, invece, tutti i metodi come quota 100 o quota 41, ma anche la stessa mini pensioni come vedremo per diversi motivi. Se prima solo dieci giorni sembrava possibile come novità per le pensioni voluta dallo stesso esecutivo è anche migliorabile, ora dalle ultime notizie e ultimissime sembra meno fattibile o, comunque, possibile in una versione addirittura più ridotta ancora di quella già criticata

Ancora novità per le pensioni al centro della prossima riunione, in programma il 14 giugno, che si terrà tra governo e forze sociali: un nuovo tavolo di discussione che, stando alle ultime notizie, affronterà diverse questioni previdenziali e non solo sistemi di uscita prima. Diversi sono, infatti, i punti che dovrebbero essere discussi, dalla valutazione di quale novità per le pensioni, tra mini pensioni e quota 100 e quota 41 applicare, in base a risorse economiche disponibili, vantaggi per i lavoratori, e necessità di definizione di coloro che dovrebbero rientrare nelle diverse categorie di attività svolte; a novità per le pensioni per chi è impegnato in occupazioni faticose con definizione precisa e puntuale, anche in questo caso, di quali dovrebbero essere considerate come attività faticose con conseguente definizione di novità per le pensioni ad hoc; a eventuale ulteriore proroga delle norme per l’uscita prima delle donne lavoratrici nell’attesa di definizioni di altre novità per le pensioni come quota 100, con possibilità di estensione di tali regole con sistema contributivo anche per il mondo maschile.

Probabilmente particolare attenzione sarà nuovamente puntata sulla novità per le pensioni basata sulla mini pensione, già al centro della prima riunione tra governo e forze sociali, ma per cui sono attese ancora conferme di modalità di eventuale funzionamento e dettagli, soprattutto in riferimento ai beneficiari che, stando alle ultime notizie sulla disponibilità di fondi da investire, non dovrebbe comprendere tutti i nati tra il 1951 e il 1953 ma solo una platea inizialmente ridotta, circoscritta probabilmente ai disoccupato di lungo tempo, per poi estendersi solo in un secondo momento a comprendere tutti gli altri e gradualmente, da chi percepisce redditi più bassi a chi percepisce redditi pensionistici più alti.

Ma i temi che dovrebbero essere in discussioni non si esauriscono qui perché comprendono anche novità pensioni per coloro che si occupano di cura della famiglia dove si siano invalidi; novità pensioni contenute nel Fondo Indigenza con provvedimenti correlati come revisione e taglio di alcune agevolazioni fiscali nonché alcune tipologie di pensioni, da cui ricavare ulteriori soldi per possibili successivi interventi per le pensioni per tutti o per il welfare, ma utili e importanti anche per ristabilire un equilibrio sociale; e ancora novità pensioni che dovrebbero riguardare la rivalutazione di tutte le pensioni, nonché la necessaria divisione tra assistenza e spesa prettamente pensionistica. E’ chiaro, da quanto si evince, che la prossima riunione tra governo e forze sociali vedrà in ballo diversi temi, ognuno importantissimo per quanto riguarda la questione previdenziale ma anche da chiudere.

Servono, infatti, soluzioni concrete ad ogni questione posta e, pur se certamente non basterà la prossima riunione per definirle, è chiaro che ci si attende che si compiano passi sempre più avanti per la totale chiusura di queste partite. Il problema è che per una conclamata e sempre ribadita mancanza di soldi necessari, sembra che in questi ultimissimi giorni, più che su specifiche novità per le pensioni, il governo sia tornato a puntare essenzialmente sul piano di riduzione delle imposte, anche per le pensioni partendo chiaramente da quelle più basse, che sembra essere l’unico punto di accordo tra tutti, compresi i tecnici del Tesoro, che hanno nuovamente bloccato le novità per le pensioni in maniera decisamente diretta ed esplicita.

Del resto, anche nel corso della prima riunione tra governo e forze sociali, si era intesa che tra i tanti temi in discussione l’unico punto di accordo vero fosse proprio la riduzione delle imposte, che anche le forze sociale considerano al momento tra le novità più fattibili, come del resto avevano già ripetuto tempo fa. Ma la domanda che ci si pone continua ad essere se effettivamente questo piano di tagli sarà effettivamente importante e conveniente quanto lo sarebbe l’applicazione di novità per le pensioni per tutti, seppur a fronte di penalizzazioni, ma che consentirebbe, come conseguenza, un rilancio dell’occupazione giovanile, della produttività e del’intera economia in generale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il