BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quasi decisive novitÓ settimana e non quelle che si pensano quota 100,quota 41,mini pensioni ultime novitÓ

Le novitÓ per le pensioni continuano a essere centrali nella prossima settimana. Tanti i centri di interesse.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:27): Tutti, dunque, appaiono concentrati sulla riunione conle Forze Sociali, ma in realtà sembra già tutto scritto almeno nel breve termine seppur le ultime notizie e ultimissime danno un grande risalto all'appuntamento e meno al tax day dove come detto ci potrebbe essere davvero le novità per le pensioni fondamentali basando la propria analisi su quali imposte e in quale quantià saranno toccate. Certo, non è da sottovalutare, poi, il voto di fine settimana che potrebbe avere effetti davvero a sorpresa anche per le novità per le pensioni se si dovesse perdere una città tra Milano e Torino.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:27): Tra l'altro questa settimana ripartià il Dl Concorrenza finalmente che potrebbe contenere alcune novità per le pensioni soprattutto per il secondo e il terzo pilastro e per l'assistenza. Importanti potrebbero essere quelle norme indicate nelle ultime notizie e ultimissime per le novità per le pensioni che permettano di usura questi sistemi per uscire prima e di poter avere diverse benefici fiscali molto più semplici e immediati rispetto ai precedenti. Certo, come scritto sotto, le novità per le pensioni più importanti riguardano il no tax day su quello che verrà dato e che potrebbe essere decisivo per capire le intenzione per la prossima finanziaria e l'incontro con gli esponenti delle forze sociali.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:27):  Tra gli appuntamenti probabili ma che non sono stati ufficializzati per le novità per le pensioni rimangono sicuramente quelli legati al voto e magari espressi nel No Tax Day o in un Matteo Rispondi che è saltato negli ultimi 10 giorni. E potrebbe ancora saltare per via delle elezioni. Certo, anche le ultime notizie e ultimissime indicano di una situazione sempre più tesa, dove potrebbero arrivare novità per le pensioni o perlomeno spiegazioni sugli obiettivi e metodi spiegati negli eventi previsti e già ufficializzati per la prossima settimana. Perchè per la maggioranza e l'esecutivo tenere i capoluoghi del Nord è fondamentale e una sconfitta sarebbe molto meno digeribile rispetto a quella della capitale visto come si sono messe le cose. E da qui c'è la speranza di una sorpresa anche per le novità per le pensioni che potrebbe anche avvenire, mentre noi ci aspettiamo solo cambiamenti per le imposte (incluse le pensioni) in base alle ultime notizie e ultimissime che ci hanno fornito nuovi dati che andremo poi a vedere.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:12):  Non sarà una settimana come le altre ma ancora più intensa per le novità per le pensioni come confermano le ultime notizie e ultimissime ufficiali senza scomodare quelle previste, potenziali attese che potrebbero anche esserci (ma non c'è la certezza, l'ufficialità) e che vedremo. Rimanendo solo alle novità per le pensioni ufficiali:

- novità pensioni dalla scrittura del DEF proseguirmento
- novità pensioni dalle riunioni del Comitato Ristretto per analisi Fondo Indigenza
- novità pensioni da no tax day
- novità pensioni da riunione maggioranza e forze sociali
- novità pensioni da presidi, comitati e incontri per il no tax day e il giorno riunione con Forze Sociali

Sono tante le ragioni per cui la prossima potrebbe essere una settimana importante per le novità per le pensioni. Ci sono infatti molte aspettative sui tre giorni di riunioni del gruppo Pensioni a Montecitorio. Si comincia con l'esame sui cambiamenti presentati alla delega recante norme relative al contrasto all'indigenza, al riordino delle prestazioni e al sistema degli interventi e dei servizi sociali collegato alla manovra 2016 e si prosegue con l'analisi dei criteri adottati per l'elaborazione delle statistiche occupazionali con particolare riferimento al computo dei lavoratori che svolgono prestazioni di lavoro accessorio.

All'ordine del giorno ci sono anche l'estensione dell'applicazione della disciplina transitoria della Naspi per i lavoratori stagionali dei settori turistico e termale e l'audizione di rappresentanti delle forze sociali. Sullo sfondo rimane sempre la volontà di creare un testo unico sulle novità per le pensioni, con un'attenzione particolare a chi svolge attività prevalentemente faticose, a chi ha iniziato a lavorare in giovane età e a chi deve affrontare le ricongiunzione dei contributi versati in più casse previdenziali che, allo stato, risulta un'operazione molto onerosa per le tasche del contribuente. Da parte sua, Palazzo Chigi è alle prese con la rivisitazione del Documento di economia e finanza 2016 alla luce delle concessione di Bruxelles.

Tuttavia è dal no tax day del 16 giugno, proclamato per via della cancellazione della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili, sulle prime case al pari di quanto era già in vigore sull'Imu. Potrete essere infatti l'occasione scelta dallo stesso presidente del Consiglio per annunciare il taglio delle imposte per i redditi medi, da affiancare a novità per le pensioni, come l'allargamento del bonus di 80 euro per chi percepisce gli assegni al minimo. D'altronde tre giorni dopo sono in programma i ballottaggi nelle importanti città di Milano, Roma, Napoli, Bologna e Torino e un annuncio di questo tipo potrebbe certamente lasciare il segno. Difficile che possa essere allestito un nuovo #Matteorispondi ovvero l'appuntamento del premier con la diretta streaming via Facebook e Twitter.

Naturalmente c'è il secondo incontro tra forze sociali e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, fissato per il 14 giugno. Tra i temi all'ordine del giorno ci sono la valutazione delle tematiche connesse a chi ha iniziato a lavorare sin dalla giovane età, rispetto a cui da tempo è stata proposta l'ipotesi di quota 41 con anni di contribuzione da maturare per accedere al trattamento previdenziale, senza tenere conto dell'età anagrafica e senza l'applicazione di penalizzazione nell'assegno da riscuotere, la modalità di rivalutazione delle pensioni e la tutela del potere di acquisto, la disciplina dei lavori faticosi, la riorganizzazione della governance degli Istituti di previdenza.

Di più: la possibilità dell'allargamento del contributivo donna, per ora prorogato fino al 31 dicembre di quest'anno, anche agli uomini, la verifica della situazione di chi è senza lavoro e senza assegno previdenziale, la previdenza integrativa e gli investimenti dei Fondi pensione nell'economia reale.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il