BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Raggi, Renzi, Bersani, Draghi, Salza, Cavallaro

Le ultime posizioni di Draghi, Raggi, Bersani, Cavallaro, Salza su novità per le pensioni, prospettive di cambiamento e legami con rilancio occupazione




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:22): Per quanto riguarda Renzi al momento sulle novità per le pensioni non sembra ritornare, ma nelle ultime notizie e ultimsisime si concentra soprattutto sul voto a Milano soprattutto e referendum. E per quanto riguarda le strategie sembra più orientato ad un taglio di tasse per tutti, pensionati, compresi con uno sforzo importante, ma che potrebbe non dare come spiegheremo gli stessi risultati delle novità per le pensioni con gli stessi soldi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:02): Sempre più forte è l'opposizione interna e non solo ma anche la coalizione come dimostrano le parole di Bersani che nelle ultime notizie e ultimissime ha accusato la maggioranza e il suo leader di comportarsi in favore di poche lobby e potenti anche sulle novità per le pensioni. E' da sottolineare, però, che il malcontento cresce fortemente da tutte le posizioni come ad esempio quello del banchiere Salza o dell'esponente delle forze sociali Cavallaro in modo del tutto trasversale per le novità per le pensioni ma in realtà su un pò tutti i temi come emerge dalle ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:43): Abbiamo raccolto come sempre le affermazioni riguardanti le novità per le pensioni più interessanti dalla ultime notizie e ultimissime sia riguardanti il tema delle pensioni strettamente che in maniera più allargata, ma comunque, che interessano sempre le novità per le pensioni. Abbiamo iniziato ad analizzarne e proseguiremo aggiungendone ulteriori se come spesso accade nelle ultime notizie e ultimissime ce ne saranno

L'esitazione e il lento procedere dei governi, compresa l'Italia, sulla strada di riforme strutturali e necessarie porrebbero compromettere la crescita economica e rinviare le riforme potrebbe inoltre comportare costi decisamente troppo elevati. I risultati di un blocco sarebbero dunque decisamente negativi perchè penalizzerebbero tutte le economiche rischiando di indebolire ogni possibile elemento di crescita e produttività, senza considerare i problemi sul versante occupazione: queste le ultime  Ed è proprio su questi ultimi punti che si concentra particolarmente l'attenzione e su cui, secondo le ultime notizie, potremmo dire che ci sono alcune divergenze.

Il presidente della Bce Draghi continua, dunque, ad invitare gli Stati membri a non abbandonare la strada di riforme per una crescita costante, senza però fare ancora alcun riferimento esplicito a novità per le pensioni, che sarebbero in realtà proprio quella via d’uscita per riuscire a rilanciare l’occupazione che anche l’Europa chiede. Come ripetuto più volte, attraverso le uscite prima, con novità come metodi di quota 100, mini pensione, quota 41, i lavoratori più anziani potrebbero raggiungere l’agognata pensione e lasciare posti liberi per l’impiego di nuovi giovani, contribuendo così a risolvere il problema della disoccupazione che nel nostro Paese resta ancora alta.

Se, infatti, come detto dallo stesso Draghi, bisogna innanzitutto ridurre il tasso di disoccupazione, che ha sottolineato essere alto non solo in Italia ma anche in altri Paesi europei, aumentando le politiche attive per il lavoro, non si dovrebbero più rimandare novità per le pensioni di uscita prima, che potrebbero essere considerate tra quelle riforme strutturali che, secondo il presidente della Bce, non hanno motivo di rimanere bloccate. Decisamente su posizioni più chiare la candidata sindaco di Roma del M5S Virginia Raggi che, esattamente sulla scia di quanto da sempre professato dal suo Movimento, punta e rilancia con forza sulla necessità di introdurre l’assegno universale per tutti, e Roma potrebbe essere il primo banco di prova in cui sperimentare questa misura, se dovesse vincere.

Per l’ex segretario Bersani, deluso dai risultati conquistati dal Pd dopo le comunali di domenica scorsa, ha spiegato che sarebbe bastato solo ascoltare la gente per capire le necessità più urgenti da soddisfare per non perdere tutti quei voti e quei consensi che i cittadini hanno dirottato verso altre scelte politiche. E sembrerebbe essere indirizzato a cercare una nuova intesa con Fassina, il che potrebbe far ben sperare in vista di novità per le pensioni, considerando che Fassina da sempre ne è un sostenitore e che lo stesso Bersani, tra i temi più caldi, punta proprio su necessità di nuove misure per occupazione e pensioni.

Molto critico nei confronti del piano di uscita con mini pensione dell'esecutivo Francesco Cavallaro della Cisal, secondo cui l'ipotesi di permettere l'uscita prima a fronte di penalizzazioni, che potrebbero ridurre fortemente le pensioni finali, più che un aiuto e una correzione dell'attuale legge sembrerebbe un 'ricatto' e parole molto dure nei confronti del presidente del Consiglio sono arrivate anche dal banchiere Enrico Salza ben consapevole e altrettanto preoccupato del futuro del Pd alla luce delle ultime notizie che lo stanno interessando, che sostiene il Piero Fassino a Torino, a lui particolarmente vicino sia per le intenzioni generale di cambiamento delle pensioni, sia per il progetto,in particolare, di misure a sostegno di chi vive in difficoltà.

Fassino, infatti, è tra coloro che hanno chiaramente lasciato intendere di essere favorevoli all’introduzione di un assegno universale per chi si è ritrovato a vivere in condizioni davvero difficili, come del resto ribadito anche dal candidato sindaco di Bologna Merola. Ma si tratta di esponenti del Pd che perseguono novità per le pensioni sì differenti da quelle dell’esecutivo ma che proprio da questo esecutivo, e dal premier soprattutto, sembrano voler prendere le distanze. E pare proprio che Salza sia d’accordo con queste posizioni particolarmente critiche.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il