BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Imu 2016 e Tasi 2016: Torino, Catania, Roma, Milano, Bologna, Napoli, Genova e tutte le città. Calcolo F24, codici tributi

Quali sono le aliquote Imu e Tasi 2016 per calcoli acconti a Torino, Roma, Milano, Genova, Bologna, Napoli, Catania e come effettuare versamenti




Anche quest’anno si avvicina la prima scadenza di pagamento degli acconti di Imu e Tasi 2016: il 16 giugno, infatti, proprietari di seconde case e pertinenze, prime case di lusso e di pregio, immobili in affitto, terreni (ad esclusione di tutti quelli agricoli) e negozi, uffici, e altri immobili commerciali sono chiamanti al versamento delle imposte sugli immobili. Prima di procedere a calcolo e pagamento, il consiglio è quello di verificare aliquote e detrazioni previste dai propri Comuni di residenza, per evitare confusione ed errori. La Manovra 2016 ha, infatti, stabilito che ogni Comune mantenesse per quest’anno le aliquote di Imu e Tasi deliberate nel 2015 ma non tutte le città stanno osservando questa norma, molte le hanno già modificate, per cui è possibile che si dovrà effettuare un calcolo sulla base di nuove aliquote 2016.

Il Comune di Torino ha, per esempio, previsto per quest’anno l’aliquota Tasi ridotta all’1 per mille per i fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fino a quando hanno tale destinazione e non vengano locati, mentre le aliquote Tasi sugli altri immobili che sono tenuti ancora al suo pagamento restano le stesse del 2015. Confermata l’aliquota Imu al 10,6 su tutti gli immobili. Anche a Roma sono state confermate le aliquote Imu e Tasi dello scorso anno ma con alcune novità che recepiscono le norme della Manovra 2016 e che riguardano: il pagamento dell’80% elusivamente per i proprietari nel caso di immobili in affitto; sconto del 50% della base imponibile Imu e Tasi per immobili concessi in comodato d’uso gratuito a figli; sconto del 75% per gli immobili affittati a canone concordato; aliquota Tasi ridotta per i fabbricati merce che sono esenti dall’Imu; esenzione Imu per per i terreni agricoli e per immobili di cooperative edilizie a proprietà indivisa destinati ad alloggio per studenti universitari soci assegnatari.

Confermate le aliquote 2015 anche per quest’anno Milano, dove è prevista l’aliquota massima della Tasi al 2,5 per mille e dell’Imu al 10,6 per mille su seconde case e pertinenze. Genova, invece, ha modificato alcune aliquote e quella Imuè stata ridotta dallo 0,58% allo 0,29% per gli immobili di categoria A1 adibiti ad abitazione principale, e dallo 0,85% allo 0,58% per gli immobili a canone concordato, mentre a Bologna, quest'anno le aliquote Tasi sono del 2,5 per mille per gli immobili costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fino a che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati, dell'1 per mille per i fabbricati rurali ad uso strumentale, ed è azzerata sugli altri immobili che versano l’Imu, come seconde case e relative pertinenze.

Anche Napoli ha deciso di confermare le aliquote 2015 anche per quest’anno ed è prevista un’aliquota Imu del 10,6 per mille per tutti gli immobili diversi dall'abitazione principale, dell'8 per mille per gli immobili locati a titolo di abitazione principale, e del 6,6 per mille per gli immobili locati a titolo di abitazione principale a giovani coppie; e per la Tasi sono del 3,3 per mille per prime case di lusso, immobili di cooperative edilizie a proprietà indivisa, e per quelli concessi in comodato d’uso gratuito ai parenti di primo grado, per cui sarà possibile applicare il nuovo sconto previsto del 50% della base imponibile sia Imu che Tasi. E anche Catania ha riconfermato le aliquote di pagamento Imu e Tasi del 2015.

Verificate le aliquote dei propri Comuni, si potrà procedere al calcolo delle imposte, che seguono le stesse modalità dell’anno scorso, e quindi al pagamento, che può essere effettuato con bollettino postale o modello F24. In tal caso, bisogna compilare diverse parti, a partire dall’inserimento dei giusti codici tributi da riportare nella Sezione Imu e altri Tributi locali e che sono per l’Imu 3912 per abitazione principale e pertinenze, 3914 per terreni, 3916 per aree fabbricabili, 3918 per altri fabbricati, 3925 per immobili a uso produttivo allo Stato, 3930 per immobili a uso produttivo al Comune, e per la Tasi sono 3958 su abitazione principale e pertinenze, 3959 su fabbricati rurali strumentali, 3960 su aree fabbricabili, 3961 su altri fabbricati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il