BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie su quota 100, quota 41, mini pensioni da Appendino, Brambilla, Zanetti, Rizzetto

Ultime posizioni e affermazioni Appendino, Zanetti, Rizzetto, ed esperto Brambilla su novità per le pensioni e sistemi di modifica necessari




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:02): Il silenzio di Zanetti sulle novità per le pensioni non lascia presagire nulla di buono. Zanetti può piacere o meno, ma ha sempre detto sulle novità per le pensioni cosa vere, non facendo mai voli pindarici (non è l'unico, ma non sono in molti...). E, dunque, occupandosi lui del Tesoro ed essendo impegnato nel contesto del DEF non è una cosa positiva che non parli in nessuna delle ultime notizie e ultimissime delle novità per le pensioni. Tra l'altro lui stesso prima aveva parlato di tagli alle imposte come priorità in tempi non sospetti 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:05): Anche questa volta abbiamo cercato di spaziare e raccogliere le affermazioni sulle novità per le pensioni più interessanti provenienti da diversi mondi come quelli di esponenti centrali, locali, esperti e studiosi, maggioranza e opposizione delle ultime notizie e ultimissime. Ovviamente le più interessanti sulle novità per le pensioni e magari un pò meno conosciute, ma per avere sempre un quadro completo

Continuano ad essere sempre più gli esponenti politici pronti a sostenere novità per le pensioni che stanno diventando sempre più necessarie e non soltanto in riferimento alle possibilità di uscita prima, per cui sono sempre al vaglio novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 anche se al momento decisamente difficili e di mini pensione che l’esecutivo sembra voler spingere, ma anche in riferimento a quelle misure che potrebbero diventare aiuti sociali, dall’assegno universale, a sistemi dedicati a coloro che, insieme alla propria attività professionale, svolgono anche lavori di cura della famiglia in cui sia presenta un invalido, come anche novità per le pensioni minori, come cancellazione delle ricongiunzioni onerose e revisione del meccanismo di recupero degli anni di studio. Nell’attesa di sapere come verranno affrontate queste questioni, le cui indicazioni potrebbero arrivare dal prossimo incontro in programma il 14 giugno tra esecutivo e forze sociali, la candidata sindaco del M5S, Chiara Appendino, proprio in queste settimane di campane e votazioni è tornata a parlare della qualità della vita a Torino.

E ha spiegato che si tratta di un parametro decisamente sceso in una città bellissima, perché, con particolare riferimento a pensionati e indigenti e persone rimaste senza occupazione, ha chiaramente detto che non è stato fatto nulla per sostenerle, costringendole così a condizioni di vita difficili. E in questo piano, che esattamente come sostenuto dal suo Movimento, di rilancio di misure come l’assegno universale è decisamente dalla parte dello sfidante Fassino. Strano silenzio, invece, da parte del viceministro dell’Economia Zanetti che negli ultimissimi tempi non sta facendo alcun riferimento a novità pensioni e questione previdenziale in generale. Dopo aver ben accolto il piano di uscita prima con mini pensione, ma aver ribadito che la priorità resta quella di intervenire prima con piano di taglio delle imposte, quindi con la definizione di aiuti per chi si è ritrovato senza lavoro e non ha una pensione, non si è più espresso al riguardo, lasciando però intendere di appoggiare la posizione del tecnici del Tesoro, di questi ultimi giorni, particolarmente impegnati proprio nella definizione di questi tagli.

Walter Rizzetto di Fratelli d’Italia, dal canto suo, che sostiene da sempre novità per le pensioni ma in riferimento a piani di uscita prima con penalizzazioni non superiori ad un massimo del 6% e novità per le pensioni di quota 41 per risolvere i problemi causati dall’attuale legge per chi ha iniziato a lavorare prestissimo o chi svolge lavori pesanti, dopo presentato all’esecutivo una richiesta ufficiale per aiuti a coloro rimasti senza lavoro, ha presentato un’altra risoluzione in Comitato ristretto relativa alle norme per l’uscita prima del mondo femminile, proponendo non un’ulteriore proroga di questo piano, quanto di rendere questo meccanismo strutturale estendendolo anche al mondo maschile.

Si tratterebbe di una misura che, a conti fatti, potrebbe essere possibile vista l’elevata cifra stanziata per la sua proroga quest’anno, di cui si dovrà definire l’entità per capire come impiegarla, ma che soprattutto potrebbe rispondere anche alla richiesta arrivata dall’Europa di soluzione della questione della differenza di trattamenti previdenziali di genere, considerando che è stato puntato il dito contro il nostro Paese proprio per la norme che permette alle donne, sia statali che autonome, di andare in pensione prima rispetto agli uomini, seppur a fronte di elevate penalizzazioni sulla pensione finale, e che crea una discriminazione dei trattamenti pensionistici. Tra gli altri vantaggi di questo meccanismo, se approvato ovviamente, ci sarebbe quello di un notevole risparmio di risorse che deriverebbero proprio dai tagli elevati applicati alle pensioni di tutti coloro che scelgono di andare in pensione prima rispetto alla soglia prevista.

L'esperto di previdenza Alberto Brambilla, anch’egli da sempre sostenitore di novità per le pensioni, dopo aver ribadito proprio ultimamente l’urgenza di modificare l’attuale legge pensioni anche per garantire maggiori opportunità di lavoro per i più giovani, e quindi dare nuovo slancio a occupazione, produttività ed economia in generale, ha pensato ad una possibile soluzione, che si ponga come una sorta di compromesso tra novità per le pensioni basate sulla mini pensione, piano di uscita a 62 anni con 35 anni di contributi e penalità fino all’8%, istituzione di un fondo da cui attingere per i finanziamenti necessari, e novità per le pensioni di quota 41 per tutti coloro che sono entrati giovanissimi nel mondo occupazionale senza però l’applicazione di alcuna penalità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il