BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti personali migliori Settembre 2016 interessi più bassi, costi minori Poste Italiane, Findomestic, Agos, INPS, Zeta

Quali sono le proposte di prestiti personali di questo mese di Poste Italiane, Findomestic, Agos, INPS, Zeta Finanziamenti e quale scegliere




Continuano ad essere sempre crescenti le richieste di prestiti personali da parte degli italiani e continuano ad essere, contemporaneamente, anche tante le proposte pensare da banche e finanziarie, ma non solo, per soddisfare le esigenze di tutti in un mercato che, appunto, continua a registrare parecchie domande. Sono diversi i motivi per cui viene richiesto un prestito, dalla necessità di avere a disposizione maggiore liquidità da investire, al bisogno di finanziamenti specifici per ristrutturazioni di immobili o acquisto di una nuova auto e proprio per soddisfare le diverse tipologie di richieste vengono messe a punto offerte sempre differenti. Poste Italiane propone diverse forme di prestiti personali, dal Prestito BancoPosta, che permette di richiedere importi fino a 30mila euro con tempi di finanziamento che oscillano tra i 12 e gli 84 mesi e che si può richiedere in qualsiasi ufficio postale, al Prestito BancoPosta Consolidamento, che permette di richiedere da 3mila a 50mila euro, da restituire in tempo compresi dai 36 ai 96 mesi e che prevede il diretto accredito su conto Banco Posta.

Ma non solo, perché Poste Italiane prevede anche una tipologia di prestito senza busta paga: stiamo parlando di  Special Cash Postepay, valido per tutti coloro che hanno tra i 18 e i 70 anni, per somme a partire da 750 euro, da restituire in 15, 20 e 24 mesi e a tassi vantaggiosi, che si può richiedere presso qualsiasi sportello delle Poste Italiane e che prevede il diretto accredito della cifra richiesta sulla Postepay del richiedente. Passando all’offerta Findomestic, propone ancora per questo mese di Settembre 2016 un prestito online disponibile con Firma Digitale, che permette di cambiare le rate senza costi e non prevede spese accessorie, e, per esempio, per un prestito di 14mila euro da restituire con 96 rate, è prevista una rata da 186 euro al mese con tan fisso del 6,29% e taeg del 6,48%.

Questo prestito può essere facilmente richiesto online, compilando la propria domanda e inviando tutti i documenti necessari richiesti, senza alcun costo da corrispondere e in tutta sicurezza, con avviso di conferma direttamente sul proprio cellulare. Agos, invece, propone Prestito Personale Agos che, per esempio, per una richiesta di prestito da 10 mila euro da rimborsare in 72 mesi (sei anni) prevede il pagamento di una rata mensile da 167 euro, con tan al 5,58% e taeg al 6,46%.

Diverse sono invece le forme di prestito personale messe a punto dall’Inps, dal Piccolo prestito Gestione Dipendenti Pubblici, pensato per dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo Credito), consiste nella concessione di piccole somme in prestito da rimborsare con rate costanti mediante trattenuta su stipendio o pensione, permette di chieder importi pari alla singola mensilità, cioè a 1, 2, 3 o 4 mensilità nette di stipendio o di pensione, rimborsabili rispettivamente in 12 rate (prestiti annuali); 24 rate (prestiti biennali); 36 rate (prestiti triennali); 48 rate (prestiti quadriennali), e prevede un tasso di interesse nominale annuo del 4,25% e spese di amministrazione dello 0,50%; al Piccolo prestito Gestione Magistrale, pensato per i lavoratori iscritti alla Gestione magistrale e consiste nella concessione di un prestito il cui importo non può eccedere quello di due mensilità dello stipendio; ai Prestiti ai pensionati con  Cessione del quinto della pensione, valido per tutti i pensionati e che prevede un importo del prestito fino a un quinto dell'importo mensile della pensione rimborsato a rate.

Anche Zeta Finanziamenti, infine, propone la forma di prestito personale Cessione del Quinto dello Stipendio, prestito non finalizzato, con rimborso a rate costanti trattenute direttamente in busta paga, studiato per lavoratori dipendenti pubblici e privati con contratto a tempo indeterminato. Questo prestito permette di richieder fino a 50.000 euro ed è legato al livello di retribuzione della persona e alla sua anzianità di lavoro, permette di ridurre alcune rate e la rata della Cessione del Quinto non può superare 1 quinto della retribuzione netta. I versamenti vengono effettuati direttamente dall'amministrazione dell'azienda dove lavora il richiedente e questo prestito può avere una durata fino a 120 mesi.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il