BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui variabili e fissi Giugno 2016 migliori Poste Italiane, Bper, Youbaking, Barclays tassi interessi più bassi, condizioni,spese

Le migliori offerte di mutui per questo mese di giugno 2016 proposte da Poste Italiane, Bper, Youbaking, Barclays: quale scegliere




La richiesta di mutui continua ad essere alta, anche grazie al generale calo dei prezzi degli immobili che si registra ormai da qualche mese. Chi decidere di chiedere un mutuo a che, generalmente, deve rimborsare la somma richiesta in u periodo di tempo compreso tra i 5 e i 30 anni. Solitamene, il cliente riceve l’intera somma in un’unica soluzione e la rimborsa nel tempo con rate di importo costante o variabile, e da parte di banche o anche da altri operatori finanziari. Sono diverse infatti le proposte disponibili tra cui è necessario orientarsi prima di decidere che tipo di mutuo scegliere, considerando condizioni, tassi e proprie esigenze e quindi decidendo se orientarsi verso un mutuo a tasso variabile, che risulta sempre più conveniente ma accompagnato dal rischio della volatilità del mercato, o verso un mutuo a tasso fisso, decisamente più sicuro e capace di garantire tranquillità anche se prevede il pagamento di rate mensili più elevate.

Tra le principali proposte disponibili per questo mese di giugno 2016 segnaliamo quella di Poste Italiane, Mutuo BancoPosta, prestito a medio/lungo termine per l’acquisto, la ristrutturazione di un immobile ad uso abitativo; che può essere richiesto da chiunque purchè abbia un'età non superiore ai 75 anni alla scadenza del finanziamento e che prevede tempi d rimborso compresi tra un minimo di 10 anni e un massimo di 30 anni. Questo tipo di mutuo permette di richiedere  fino al 80% del valore commerciale dell’immobile concesso in garanzia. L’importo minimo finanziabile è di 50mila euro.     

Bper propone tipologie di mutuo a tasso fisso o variabile, pensate per tutte le esigenze economiche dei clienti che desiderano acquistare una casa. L’opzione mutuo a tasso fisso prevede un vantaggioso spread allo 0,89% , più IRS di periodo in base alla durata scelta, per essere tutelato dagli effetti di qualsiasi oscillazione di mercato con una rata sempre certa e costante per tutta la durata del finanziamento, e questa offerte è valida per tutti i mutui fino a una copertura del 50% valore dell’immobile (LTV) e per una durata massima di 10 anni. Per fare un esempio concreto, per la richiesta di un mutuo da 75mila euro per un valore dell'immobile da 150mila e da restituire in 10 anni, Bper prevede il pagamento di una rata mensile da 673,11 euro, con taeg dell'1,92%, tan dell1,49%, con spread dello 0,89%.

Banco Popolare popone Mutuo YouBanking Premium a Tasso Variabile che, per tutte le richieste di mutuo presentate entro il 31 luglio 2016 e stipulate entro il 30 settembre 2016, prevede condizioni promozionali che valgono per l'acquisto di prima e seconda casa, importo finanziabile fino all'80% del minore tra il valore commerciale (come certificato dalla perizia) e quanto dichiarato in atto nel preliminare (compromesso) di vendita o nella proposta di acquisto; durate d rimborso comprese tra i 10 e i 30 anni, con tasso variabile calcolato sull'Euribor 3 mesi/365 media precedente sommato allo spread i base alle durate e che per durate pari o inferiori a 10 anni è dello 0,95%; per durate pari o inferiori a 15 anni è dell’1,05%; per durate pari o inferiori a 25 anni: è dell’1,15%; e per durate superiori a 25 anni è dell’1,55%.

Barclays offre, infine, ben quattro tipologie di mutui: dal Mutuo Variabile con Opzione, a tasso variabile che permette di cambiare tra tasso fisso e variabile ogni 2, 5 o 10 anni scegliendo il tasso più competitivo; al Mutuo Variabile con Rata Costante, che, appunto,è a rata costante che al variare dei tassi di interesse modifica la durata del mutuo allungandola o accorciandola; al Mutuo Fisso, appunto a tasso fisso con durata massima di 30 anni e rata costante; al Mutuo Fisso 5 rinegoziabile, forma di mutuo a tasso misto che per i primi 5 anni offre la certezza della rata fissa e poi permette di scegliere tra tasso fisso e variabile.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il