BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2016 proroga trattative tra Agenzia Entrate e Ministero secondo indiscrezioni. Le richieste erano pervenute

Già avviate, secondo indiscrezioni, trattative con Ministero dell’Economia per proroga versamenti Unico 2016 ma proroga ancora in dubbio




E’ da tempo ormai che sono incorso trattative tra commercialisti, Agenzia delle Entrate e tecnici dell’Economia per la proroga di presentazione e primi versamenti relativi al modello Unico 2016. Secondo le indiscrezioni, infatti, sono mesi che tali trattative vanno avanti, pur se lo stesso Ministero dell’Economia probabilmente non ne era al corrente, o quanto meno questo è ciò che si intende leggendo la risposta del viceministro dell’Economia in risposta agli stessi commercialisti che sono ancora in attesa d risposte ufficiali. E’ vero come ha sottolineato il viceministro che non è stato il Consiglio Nazionale dei Commercialisti a presentare richiesta ufficiale d proroga ma è anche vero che nel momento in cui sono i sindacati di settore a farlo, è evidente che si sono verificate difficoltà tali per i professionisti da portare i sindacati a presentare richieste al Ministro.

Ed è stato proprio il presidente del Cndcdc Longobardi a scrivere, proprio una risposta al viceministro per avvisarlo delle trattative già in corso con Agenzia delle Entrate e viceministro Casero per la proroga dei versamenti di Unico 2016. Del resto, gli stessi sindacati di categoria che avevano presentato la richiesta di proroga ne avevano spiegato le necessità che, contrariamente a quanto precisato dal viceministri in rifermento alla disponibilità quest’anno in tempo del software Gerico per verificare la congruità degli studi di settore, dipendono innanzitutto dal fatto che è vero che Gerico è stato fornito in tempo ma è anche vero che dal giorno della sua disponibilità, 12 aprile, ad oggi, è stato oggetto di diverse modifiche, l’ultima verificatasi solo lo scorso 27 maggio.

Inoltre, giovedì 16 giugno, oltre ad essere il termine di scadenza dei versamenti per Unico 2016 sono anche i giorni di scadenza dei versamenti delle prima rate di acconto 2016 di Imu e Tasi per tutti e della Tari sui rifiuti per alcuni Comuni di Italia. Considerando questo ennesimo accavallamento, gli stessi commercialisti hanno chiesto al viceministro e all'Agenzia delle Entrate una revisione del calendario fiscale, in generale, che sembra già avviato a modifiche, proponendo anche un pacchetto di 12 proposte che semplifichino il sistema tributario, in modo da renderlo più agevole per tutti. Mentre, dunque, i sindacati si sono mossi per tempo, non si a ancora se l’ente dei commercialisti lo abbia fatto o meno, come detto dal viceministro.

Ad oggi, dunque, la proroga per Unico 2016 è ancora in forte dubbio e, contrariamente a quanto avvenuto con il modello 730, sembra piuttosto difficile che nel breve tempo possa essere approvata, considerando che mancano solo tre giorni alla scadenza dei pagamenti, anche se spesso, come abbiano già notato, è possibile che eventuali proroghe vengano concesse lo stesso giorno della loro stessa scadenza quando ormai per tanti commercialisti è ormai inutile, visto che per evitare sanzioni hanno già provveduto all’adempimento dei loro compiti, anche se con molto affanno.     

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il